compatte

Nuova Renault Clio. E siamo a 5

di Cesare Cappa

A Ginevra Renault presenta la 5°generazione della best seller Clio

3' di lettura

Al Salone di Ginevra occhi puntati sulla quinta generazione di Renault Clio. La compatta vettura francese apre ufficialmente le danze del cosiddetto segmento B. Una tipologia di veicoli protagonista alla manifestazione svizzera. La nuova Clio è realizzata su di una piattaforma denominata CMF-B. Un'indicazione importante, perché certifica che si tratti di un prodotto completamente nuovo.

GUARDA IL VIDEO / A Ginevra Renault presenta la 5° generazione della best seller Clio

Loading...

Il design segue in parte l'impronta dell'attuale, sebbene peso e dimensioni siano stati ridotti rispetto al modello che va a sostituire. E se da un lato perdere chili è una necessità, quella di diminuire gli ingombri non è una scelta scontata. Un passaggio che la rende certamente più maneggevole (la lunghezza è fissa a quota 4,05 metri) ma non ne limita la volumetria di bordo. Infatti il bagagliaio è cresciuto sino a 391 litri.

Il futuro di Renault Clio sarà segnato da un'inedita motorizzazione ibrida. Una novità che arriverà sul mercato a partire dal 2020, sotto la sigla E-Tech. Non si conosce ancora il quadro prestazionale di tale sistema, mentre è stata (in parte) resa nota la sua “composizione”: presenti un motore 1.6 a benzina e due unità elettriche, accoppiate ad un batteria da 1,2 kWh. Il vantaggio dell'apparato E-Tech si misurerà prevalentemente in città, dove si prevede che circa l'80% del tempo l'auto funzioni nel modo a emissioni zero.

La nuova Renault  Clio

La nuova Renault Clio

Photogallery11 foto

Visualizza

Ma se il 2020 è ancora in là da venire, il presente è ben piantato nella più classica tradizione a benzina e a gasolio. In questo frangente più che di novità, sarebbe il caso di parlare di importanti evoluzioni di motorizzazioni già note. Si comincia dal 1.0 SCe da 65 e 75 CV con cambio manuale cinque marce, per passare alla sovralimentazione dei tre cilindri 1.0 TCe da 100 CV e 160 Nm e il quattro cilindri 1.3 TCe da 130 CV e 240 Nm. Il tre cilindri avrà poi una variante bifuel alimentata a Gpl. Quanto alle unità a gasolio, ai nastri di partenza si presenta il noto 1.5 Blue dCi nelle versioni da 85 CV e 220 Nm e 115 CV con 260 Nm di coppia.

Nonostante si tratti di una vettura di segmento B, la nuova Clio è segnata dall'evoluzione dei tempi in fatto di sistemi di assistenza alla guida (i cosiddetti ADAS). Dispositivi presenti in massa sulla francese, che oltre a dotarsi di frenata automatica con riconoscimento di pedoni e ciclisti, attiva sia di giorno che di notte, di controllo dell'angolo morto, di riconoscimento dei segnali stradali e di Lane Keep Assist; mette sul piatto pure l'Highway and Traffic Jam Companion (esclusivo delle versioni con cambio automatico) che consente di gestire la guida in corsia fino a 160 km/h con una assistenza di Livello 2.

A bordo il digitale la fa da padrone. A seconda delle versioni mutano le specifiche dei display che presenziano tra quadro e consolle centrale. Un'evoluzione piuttosto che una rivoluzione. Lo Smart Cockpit Renault è disponibile in formato da 7 o 10 pollici, mentre lo schermo touch parte del sistema Easy Connect varia da 7 a 9,3 pollici. Il sistema lavora inoltre in simbiosi con l'app MyRenault, permettendo di accedere al veicolo in remoto.

In attesa della futura generazione della sportiva R.S., è stato previsto un allestimento R.S. Line che, oltre ai cerchi in lega da 17 pollici, vanta sedili specifici così come una caratterizzazione estetica particolare. Prevista anche la variante più lussuosa Initiale Paris.

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti