il debutto

Nuova Seat Leon: ecco la quarta generazione: ibrida e connessa

A Barcellona svelata la Seat Leon 4, ultima erede di una stirpe che ha venduto oltre 2 milioni di unità e che è pronto per rinnovare il segmento C. Al debutto diverse tipologie di motorizzazione: benzina, diesel, metano, mild-hybrid e ibrido plug-in

di Giulia Paganoni

Seat Leon: le 10 cose da sapere sulla quarta generazione

A Barcellona svelata la Seat Leon 4, ultima erede di una stirpe che ha venduto oltre 2 milioni di unità e che è pronto per rinnovare il segmento C. Al debutto diverse tipologie di motorizzazione: benzina, diesel, metano, mild-hybrid e ibrido plug-in


4' di lettura

Seat Leon 4 è arrivata. Nello stabilimento produttivo di Martorell è stata svelata la nuova generazione di Seat Leon. Linee rinnovate e interni dall'alto tasso tecnologo che la rendono l'auto più connessa e sicura del marchio spagnolo. A questo si aggiunge una gamma motori completa che, oltre ai “classici” termici e a metano propone per la prima volta anche due opzioni elettrificate: il mild-hybrid e l'ibrido plug-in. Il lancio, tra l’altro, avviene nel giorno in cui l’ex Ceo di Seat viene nominato Ceo di Renault.

Pianale evoluto per accogliere l'elettrificazione e non solo
Dopo tre generazioni e oltre due milioni di esemplari venduti in tutto il mondo, Seat Leon si rinnova. Disegnata, sviluppata e prodotta a Barcellona, Leon è un fiore all'occhiello del marchio spagnolo dal 1999, anno del suo lancio.

La nuova generazione viene costruita a partire da una base condivisa con la cugina Golf 8, la Mqb Evo che permette flessibilità a livello di powetrain, implementazione di soluzioni integrate di connettività, l'adozione dei sistemi di assistenza alla guida più avanzati e di montare sia motori termici sia unità elettrificate.

Design: l'evoluzione del pensiero di Mesonero
Disponibili due varianti di carrozzeria: la hatchback (cinque porte) e la Sportstourer (station wagon). Entrambe hanno dimensioni di poco maggiorate rispetto alla precedente generazione. La prima è lunga 4.368 mm, larga 1.799 mm e alta 1.456 mm. Da sottolineare anche l'aumento del passo di 50 mm che raggiunge ora i 2.686 mm a favore dello spazio per le gambe dei passeggeri posteriori. Per quanto riguarda la Sportstourer, la lunghezza è di 4.642, larghezza 1.799 mm e altezza 1.448 mm.

Dal punto di vista stilistico ripresenta alcuni tratti del suo Dna; infatti, la mano di Alejandro Mesonero, director designer di Seat, non ha stravolto rispetto alla precedente generazione ma ha voluto continuare ed evolvere quella linea stilistica già lanciata.

In generale si notano linee che sfruttano i giochi di luce per dare tridimensionalità alla vettura. Il risultato è un'auto elegante sì, ma con un bel tocco di sportività. Nell'anteriore non mancano i fari Full Led mentre nel posteriore sono presenti fari a Led e un bagagliaio ridisegnato. A conferire un tocco di personalità anche i cerchi, disponibili da 16 fino a 18 pollici.

Interni: il tripudio di schermi e connettività
Gli interi sono pensati ponendo al centro i passeggeri e quindi conferendo piacere di bordo ed ergonomia. Un ruolo importante è ricoperto dalla luce ambiente che non ha solo una funzione estetica ma è anche utile. Molta attenzione anche alla qualità dei materiali, limitando la plastica soprattutto nelle zone a vista.

Il conducente può inoltre contare sul cruscotto digitale da 10.25 pollici mentre al centro della plancia è presente un display da 8.25 pollici, o 10 nel caso della versione con sistema di navigazione anche in 3D.

Infine, la connettività con lo smartphone è assicurata sia per Android Auto sia per Apple Car Play, in quest'ultimo caso si può connettere anche via Bluetooth o rete wi-fi.

Nuova Seat Leon, tutte le foto della generazione 2020

Nuova Seat Leon, tutte le foto della generazione 2020

Photogallery8 foto

Visualizza

Tecnologie di bordo: sicurezza massima secondo Seat
Per quanto riguarda il fronte sicurezza, Leon è il veicolo più sicuro della casa spagnola. Sono numerose le tecnologie di assistenza alla guida introdotte, come per esempio il controllo dinamico del pianale (Dcc) che “legge” costantemente le condizioni della strada adattando il set-up della vettura. O ancora, il cruise control adattivo si arricchisce della funzione predittiva, comprendendo quindi lo stato della strada che si affronta e anche i limiti di velocità consentiti in quel tratto. Infine, l'assistente di emergenza interviene in caso di mancata risposta da parte del conducente arrivando a fermare il veicolo.

Motorizzazioni: doppia scelta per l'elettrificazione
Davvero interessante la gamma motori offerta sulla nuova generazione di Seat Leon che dispone di una risposta per tutti i gusti e le necessità.

Novità assoluta, l'introduzione di due motorizzazioni elettrificate: il Mild-Hybrid da 48 Volt disponibile sia sul powertrain benzina da 110 cv che quello da 150 cv; e il plug-in hybrid che abbina un benzina 1.4 litri a un motore elettrico con batteria da 13 kW che permette un'autonomia di circa 60 km (dichiarati) per una potenza totale di 204 cv.

Sempre presenti i benzina sovralimentati da 90 fino a 190 cv. All'interno della gamma debutta per la prima volta il tre cilindri sovralimentato declinato nelle potenza da 90 a 110 cv. A questo si aggiunge anche il 1.5 litri da 130 e 150 cv. Il più potente è il 2 litri da 190 cv abbiano alla trasmissione automatica a doppia frizione.

Per quanto riguarda i diesel, sono due le opzioni tutte da 2 litri: il 115 e il 150 cv, il primo abbinato solo al cambio manuale mentre il secondo anche con l'automatico e nella versione Sportstourer anche con la trazione integrale. Infine, per chi preferisce una motorizzazione a gas naturale, Leon è offerta con il 1.500 cc da 130 cv. Il lancio avverrà nel mese di maggio 2020 e i prezzi non sono ancora stati resi noti ma dovrebbero essere in linea con quelli della generazione precedente.

Per approfondire:
Renault, Luca De Meo è il nuovo Ceo del gruppo francese

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti