Test drive

Nuova Skoda Fabia, l’abbiamo provata: ecco com'è, come va e quanto costa

La quarta serie della compatta della Skoda non ha proprio nulla in comune con la precedente. Poggia su fondamenta nuove, è più grande e confortevole e offre tante tecnologie di ultima generazione

di Massimo Mambretti

3' di lettura

L'upgrading della famiglia Skoda, ma diciamo pure anche dell'evoluzione della sua immagine a livello generale, è completato dalla quarta generazione della Fabia. Infatti, la nuova interpretazione della compatta boema è un concentrato di innovazioni, molte delle quali ereditate da modelli più grossi e dalle proposte di analoga taglia del gruppo Volkswagen. Al pari delle quali non cede, però, ai richiami della pur minima elettrificazione rimanendo fedele ai motori a benzina a 3 cilindri, aspirati e sovralimentati da un 1 litro.

Skoda Fabia, slanciata e proporzionata

La metamorfosi della Fabia è evidenziata dall'irrobustimento della corporatura permesso dall'architettura Mqb A0 che spinge la lunghezza da 4 a 4,11 metri, dall'aspetto definito da tratti tesi che slanciano la linea e da proporzione che armonizzano la silhouette. Il risultato assieme ad altri accorgimenti, quali il fondo carenato e le paratie a controllo elettronico che sigillano il frontale quando è opportuno, premia anche l'aerodinamica e, quindi, l'efficienza generale. Nell'abitacolo l'evoluzione della Fabia è trasmesso sia dall'ampiezza dell'ambiente, propiziato anche dal passo che superando di 10 centimetri quello della serie precedente arriva a 2,56 metri, sia dal design dell'arredamento e dalla presentazione generale. Quest'ultima è valorizzata da ricercatezze quali gli inserti in tessuto sulla plancia, anche se non arriva a mimetizzare del tutto una scelta di materiali non omogenea, oltre che dalle tecnologie.

Loading...
Le foto della prova della Skoda Fabia

Le foto della prova della Skoda Fabia

Photogallery11 foto

Visualizza

Skoda Fabia, ben connessa, sicura e funzionale

Innanzitutto, dal display touch centrale del sistema d'infotainment, sempre connesso e con interazione wireless per i device, che nella configurazione più evoluta passa da 8” a a 9,2” e offrendo anche numerosi servizi online, nonché l'assistente virtuale. Poi, dall'opzionale cockpit digitale configurabile da 12,5”. Nel capitolo tecnologico rientrano anche la fanaleria anteriore a Led, trasformabile in full, una suite di airbag che può essere completata persino da quelli laterali posteriori e uno schieramento di Adas di ultima generazione. Quest'ultima porta la compatta Skoda nell'era della guida semi-autonoma di livello 2, grazie anche al Travel Assist e al cruise control adattivo, sebbene solo nel caso della versione più potente che può essere equipaggiata con il cambio a doppia frizione a sette marce. L'evoluzione tecnologica della specie non ha fatto passare in secondo ordine uno dei fattori più cari alla Skoda: la funzionalità. Su questo fronte si riversano sia le dimensioni del bagagliaio, la cui capacità minima di 380 litri è allineata a quella di molti modelli di taglia media, che ha un piano d'appoggio posizionabile su due livelli ed è anche dotato di elementi che permettono di adeguare lo spazio in funzione degli oggetti. Inoltre, la Fabia propone, mimetizzati in punti strategici, anche utili elementi come l'ombrello, l'imbuto integrato nella vaschetta del lavavetri e il raschietto per il ghiaccio appeso al coperchio del bocchettone del serbatoio.

Skoda Fabia 1.0 Tsi 95 cv, come va su strada

La Fabia con motore turbo da 95 cavalli secondo le previsioni dovrebbe essere il best-seller della famiglia in Italia. Su strada il grande salto generazionale della compatta della Skoda si avverte a tutto tondo. Infatti, la gradevolezza della guida è supportata da un dinamismo in cui si coniugano affidabilità e agilità, oltre che dalla malleabilità del carattere della vettura. Il tricilindrico sovralimentato è all'altezza della situazione sia nell'uso extraurbano dove mostra una buona propensione a mostrarsi spigliato sia in quello cittadino dove, a dispetto della frazionatura e della cilindrata contenuta, si rivela adeguatamente elastico. A volere ben guardare, però, è un peccato che non possa abbinarsi al cambio a doppia frizione, che completerebbe un quadro positivo già in partenza. Quest'ultimo è dovuto anche al confort generale, che solo nelle accelerazioni più decise è ridimensionato dall'affiorare della tonalità tipicamente poco armoniosa delle unità a 3 cilindri.

Skoda Fabia, versioni e prezzi

La famiglia della nuova Fabia, in vendita a prezzi che vanno da 16.900 a 22.100 euro, è formata da otto versione, generate dall'intreccio fra gli allestimenti Ambition e Style e i quattro motori. L'offerta parte dalle versioni aspirate 1.0 Mpi da 65 e 80 cavalli, guidabili anche dai neopatentanti, e prosegue con le 1.0 Tsi da 95 e 100 cavalli. Quest'ultima è l'unica che si può scegliere anche con il cambio a doppia frizione anziché con quello manuale, nello specifico a sei anziché cinque marce come per le altre versioni. La dotazione è già completa nel caso delle Fabia Ambition, anche perché questo livello non è quello entry level disponibile in altri mercati, ed è completato nel caso della Styl anche dall'impianto di climatizzazione bi-zona, integrato da bocchette nella zona posteriore dell'abitacolo davvero inusuali per la categoria, e dai cerchi in lega da 16”.

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti