ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùaccusato di frode

Nuove tensioni Stati Uniti-Russia: arrestato a Mosca banchiere Usa

di Antonella Scott


default onloading pic
Accusato di frode: il banchiere americano Michael Calvey, arrestato a Mosca, in attesa dell’udienza

2' di lettura

Ancora uomini d’affari dietro le sbarre in Russia: «Il nostro istinto - aveva detto qualche anno fa Michael Calvey al Moscow Times - è tirare diritto quando tutti gli investitori intorno a noi si spaventano».

Le tensioni tra Mosca e Washington hanno trovato un altro motivo per alimentarsi venerdì, in seguito all’arresto del banchiere americano Michael Calvey. Investitore da lungo tempo in Russia, dagli anni dei primi passi dell’economia di mercato. Fondatore nel 1994 e senior partner del gruppo di private equity Baring Vostok Capital Partners, Calvey - 51 anni - è accusato di frode. Appropriazione indebita, riporta l’agenzia Interfax, di più di 2,5 miliardi di rubli (33 milioni di euro) ai danni di una banca basata nell’Estremo Oriente russo, Vostochny Express Bank, e di cui Baring Vostok detiene una quota di controllo. La procura russa parla di disputa prolungata nel tempo: i partner del fondo, afferma la procura, avrebbero indotto gli altri azionisti della banca ad accettare uno scambio azionario a un prezzo irrealistico. Il caso è stato aperto su richiesta di Sharzod Yusupov, azionista di Vostochny.

Da sottolineare il fatto che Kirill Dmitriev, il capo del Fondo sovrano russo Rdif, si è offerto di garantire personalmente per Calvey. Dmitriev ha parlato di alta professionalità e di impegno etico dell’americano e della sua squadra: «(Calvey) ha fatto molto per attirare investimenti stranieri in Russia, e ha aiutato molte società russe a crescere e maturare». Anche Gherman Gref, il capo della prima banca del Paese Sberbank, ha difeso Calvey «persona onesta e dignitosa» auspicando un malinteso. Il presidente Vladimir Putin - in questi giorni a Sochi - non è a conoscenza della notizia, ha commentato il Cremlino.

Insieme a Calvey sono stati fermati altri due manager del fondo, Vagan Abgaryan e il francese Philippe Delpal, e tre collaboratori. Nel pomeriggio di venerdì il Tribunale Basmanny di Mosca ha prolungato l’arresto di 72 ore, malgrado Calvey abbia negato le accuse, considerandole il risultato di uno scontro commerciale tra il fondo e Vostochny Bank. Baring Vostok avrebbe impugnato presso un tribunale di Londra una serie di transazioni sospette effettuate dalla banca. Che si è detta pronta a collaborare con le autorità giudiziarie, auspicando di vedersi rimborsati i danni subiti.

Baring Vostok è uno dei principali gruppi di private equity in Russia. Negli anni ha raccolto un capitale di 3,7 miliardi di dollari per investimenti rivolti in particolare alle nuove tecnologie, al settore delle telecomunicazioni e del retail: a partire da Yandex, colosso dell’internet russo, e dalla banca online Tinkoff. Dal 1994 a oggi sono stati investiti 1,8 miliardi, in 60 compagnie: in Russia, Ucraina, Kazakhstan. Una storia di successo radicata nel mercato locale russo, scrive Financial Times descrivendo il fondo Baring Vostok. Una dichiarazione pubblicata venerdì dal fondo di Calvey specifica che la vicenda giudiziaria «non è direttamente collegata a Baring Vostok e ad altre società di portfolio...che continuano a operare normalmente».

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti