fragranze

Nuovi profumi femminili: note floreali e dolci (ma non troppo)

La femminilità contemporanea si veste con fragranze che sanno di fiori e hanno la giusta dose di dolcezza

di Annalisa Betti

default onloading pic

La femminilità contemporanea si veste con fragranze che sanno di fiori e hanno la giusta dose di dolcezza


3' di lettura

I nuovi profumi sono come coccole per i sensi: ci attraggono con flaconi dai morbidi toni pastello e ci conquistano definitivamente con bouquet iperfemminili ricchi di note floreali, fruttate, con quel tocco gourmand che rende il jus ancora più accattivante.

Se non vi attirano i profumi fioriti perché vi danno l'idea che siano troppo leziosi, tenete presente che, come racconta Silvio Levi, presidente di Calé e co-fondatore di Esxence, «da sempre l'uomo è affascinato dagli odori della natura e ha trovato modo di impossessarsene con tecniche di estrazione. Poter godere di questi profumi anche in stagioni in cui i fiori non possono rallegrarci aveva un che di divino. In seguito, ha imparato a combinarli creando inedite composizioni dall'estetica molto particolare, per esaltare la bellezza e l'eleganza delle donne. Ma i fiori non sono affatto appannaggio del mondo femminile: gardenia, garofano, gelsomino, tuberosa, sono note che ritroviamo anche in contesti maschili».

E questo vale soprattutto nella profumeria artistica, dove le creazioni olfattive non conoscono distinzione. Un esempio su tutti, per chiarire meglio, è la rosa. Sotto due punti di vista: primo, è un fiore con una versatilità tale da essere interpretato in una sfaccettatura trasparente e cristallina oppure diventare dark ed estremamente sensuale; secondo, la rosa ha una connotazione femminile soltanto in Occidente.

Dando un'occhiata ai dati del settore, vediamo che nel 2018 c'è stato un nuovo aumento, +4,4%, dei prodotti di profumeria alcolica, con un valore di vendita di poco superiore ai 1.070 milioni di euro. Rappresentano la terza famiglia di consumo in Italia, pari al 12,7% sul totale dei consumi. In piena crescita (+2,7%) le fragranze femminili, che coprono il 62% del mercato, per un valore consuntivo di 664 milioni di euro (fonte: Beauty Report 2018 di Cosmetica Italia).

Nuovi profumi femminili: note floreali e dolci (ma non troppo)

Nuovi profumi femminili: note floreali e dolci (ma non troppo)

Photogallery16 foto

Visualizza

L'euforia delle nuove fragranze floreali
Un'importante premessa, prima di cominciare il viaggio olfattivo: toglietevi dalla testa l'idea che un profumo floreale sia inevitabilmente delicato ed evanescente, niente di più sbagliato: le nuove composizioni sono anzi di carattere e non escludiamo che qualcuno vi fermi per chiedervi quale profumo state indossando.

Tra le novità, molte arrivano da fashion brand: è il caso di Girl of Now Forever di Elie Saab, succoso e veramente girly, ma anche del profumo signature di Tory Burch per il quale si può coniare il neologismo “euphoric-chic”. Ermanno Scervino ha debuttato in grande stile con l'omonima fragranza, un floreale di impatto con una personalità contemporanea e audace.

Assoluta l'eleganza di Giorgio Armani Sì Fiori, che avrà i consensi anche del pubblico young, così come l'etereo Eau de Givenchy Rosée. Rose che ritroviamo, stavolta insieme a mughetto e patchouly, nell'impalpabile Miss Dior Eau de Toilette; la composizione di Cassili di Parfums de Marly punta invece su un tripudio di fiori, tra i quali spicca il frangipani, frutti rossi, e un fondo sexy di vaniglia e fava tonka.

Bel Air di Molinard racconta il lato più sensuale dei fiori scaldati dal sole del Mediterraneo, con accenti poudrée di ambra e musk. Restiamo in Riviera e incontriamo Neroli Voyage di Floris, fresco e rassicurante allo stesso tempo, aromatico e pulito.

Note di frutti e gourmandise
Parliamo ora di composizioni in cui si sentono più distintamente gli accenti fruttati e succosi, con una precisazione: i nuovi “gourmand” non hanno nulla di zuccheroso, è lontano il tempo in cui ci si spruzzava un profumo e sembrava che avessimo addosso un'intera pasticceria. Qui la dolcezza confina con la sensualità. Un esempio perfetto è Vanilla Vibes di Juliette Has a Gun, che ti sorprende perché è tutto fuorché quello che ti aspetti: sa della pelle scaldata dal sole dopo i bagni in mare, con ancora il profumo della crema solare.

Dolce & Gabbana The Only One 2 è un mix civettuolo di pera e frutti rossi, rose e caffè su un fondo veramente sexy di fava tonka; lo ritroviamo anche in Paco Rabanne Olympéa Legend in un'insolita composizione con note di sabbia, sale marino, albicocca. By Kilian, con Love, don't be shy Eau Fraîche, invita a vincere la timidezza con un accordo di musk e marshmallow su un fondo di vaniglia: il messaggio è inequivocabile.

Da acquolina, Fico Nero di Sardegna di Simone Andreoli Diario Olfattivo unisce fichi maturi e latte di cocco con un accenno di pesca, per un mix quasi erotico. Più speziato e aromatico, Éclats d'Amandes di Comptoir Sud Pacifique è un cremoso abbraccio di mandorla, fava tonka, sandalo, legni e cannella. Saremo in grado di apprezzarlo appieno all'inizio dell'autunno, quando le temperature cominceranno ad abbassarsi.

Subito, lasciamoci conquistare dalla tenerezza di Petite Chérie di Goutal, oggi anche in versione Eau Sans Alcool e dunque perfetta anche in spiaggia: una delizia rinfrescante che sa di pesca, pera e vaniglia.

Riproduzione riservata ©
    Per saperne di più

    loading...

    Brand connect

    Loading...

    Newsletter

    Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

    Iscriviti