sport

Nuovi stadi, realizzato in cinque mesi il primo impianto tutto in legno

Costruito in Canada dall’azienda italiana Rubner Holzbau con una capienza di oltre 8mila spettatori

di G.U.


default onloading pic
Il Westhills Stadium è il primo stadio al mondo costruito interamente in legno lamellare. Si trova a Langford, British Columbia, in Canada

2' di lettura

Mentre i grandi club di Serie A annaspano nei dubbi e nella burocrazia per costruire nuovi impianti, c’è un’azienda italiana che in soli cinque mesi ha costruito un nuovo stadio con soluzioni innovative. L’italiana Rubner Holzbau, leader delle costruzioni in legno lamellare, e la Bear Stadiums, società di advisor e design, hanno ideato e realizzato in Canada il primo stadio modulare, in legno lamellare, a basso impatto ambientale e totalmente green. L’impianto ospita circa 5.500 spettatori che diventeranno 8mila l’anno prossimo, con 18 skybox, chioschi e servizi e un Beer Garden all’aperto per fans e famiglie.

«Il Westhills Stadium è la dimostrazione di impianto sportivo del futuro – dice Raffaele Di Domenico di Rubner Holzbau –. Il legno è un materiale da costruzione che permette di avere una struttura sicura e leggera; e quello utilizzato da Rubner è certificato e proviene da foreste a gestione sostenibile». Rubner Holzbau e Bear Stadiums stanno inoltre lavorando su un nuovo modo per la realizzazione degli stadi green, per offrire al cliente la formula del “chiavi in mano” grazie a un accordo di partnership con un pool di aziende Italiane leader in ogni specifico settore: mini turbine eoliche integrate a pannelli fotovoltaici sul tetto dello stadio per abbattere i costi di gestione; torri faro e proiettori ad altissima efficienza e basso consumo energetico; sedute ergonomiche di tipo a ribaltina per tutte le tribune; sedute imbottite super comfort per la tribuna principale; resine naturali per il trattamento delle superfici interne; sottofondo drenante per il terreno di gioco frutto delle ricerche più avanzate; impermeabilizzazione dei gradoni con materiali di alta tecnologia per abbattere costi manutentivi e rendere totalmente stagne le tribune.

Concepito per soddisfare le esigenze di società sportive piccole e medie, il progetto ha già suscitato l’interesse di diverse federazioni calcistiche italiane ed estere, che intendono attuare il piano di sostenibilità annunciato dalla Fifa.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...