davanti alla chiesa

Lione, ferito un prete ortodosso. Scartata l’ipotesi terrorismo

Rilasciata una persona fermata in un bar poche ore dopo il ferimento

Foto Epa

2' di lettura

Colpito un altro religioso in Francia. A Lione un prete ortodosso è stato ferito da colpi di arma da fuoco mentre stava chiudendo la chiesa. In serata, dopo una caccia all’uomo, le forze dell’ordine hanno fermato il presunto assalitore del religioso. Per l’attacco è stato utilizzato un fucile a canne mozze. Il religioso, un 52enne di nazionalità greca, è stato centrato all'addome da due colpi di arma da fuoco.

Terrorismo: solo un’ipotesi

L'inchiesta per “tentato omicidio” dopo il ferimento del prete ortodosso di Lione resta alla polizia anticrimine di Lione e non passa all'antiterrorismo di Parigi. Sulla vicenda, il sindaco di Lione, Gregory Doucet, ha detto ai giornalisti che “nessuna pista viene privilegiata e nessuna esclusa al momento”. Stando a fonti citate dalla tv Bfm, il prete ferito stava per lasciare la diocesi lionese in seguito a “diverse dispute” con persone della sua comunità. Nelle ore successive al ferimento è emerso che “padre Nikos”, era stato coinvolto due anni fa in una oscura vicenda che lo vedeva accusato da un ex monaco greco ortodosso, Jean-Michel Dhimoila, di appropriazione indebita di fondi e molestie sessuali. Nel processo per diffamazione che il prete ferito aveva intentato al suo accusatore, quest'ultimo era stato condannato. Padre Nikos era responsabile della chiesa ortodossa greca di Lione da 8 anni ed era giunto a fine mandato.

Loading...

Rilasciato il sospetto fermato

L'uomo fermato ieri sera in un bar dopo il ferimento di un prete ortodosso a Lione è stato rimesso in libertà il giorno dopo il fermo: “Allo stato delle indagini - ha spiegato la procura - non ci sono elementi che consentano di ritenerlo coinvolto nei fatti”. Inoltre, spiega la stessa procura, lo stato di salute dell'uomo non è compatibile con lo stato di fermo. Per il ferimento con due colpi di fucile del prete greco ortodosso padre Nikos, gli inquirenti sembrano ormai privilegiare la pista di una disputa di tipo personale che lo opponeva a una persona che frequentava la comunità. Il sospetto è comunque ancora in fuga.

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti