Covid 19

Nuovo confinement per 20 milioni di francesi

Nell’area di Parigi, di Nizza e nelle regioni nordoccidentali chiudono 110mila negozi «non essenziali» ma restano aperte librerie e scuole

Il primo ministro francese Jean Castex durante l’annuncio del nuovo lockdown

2' di lettura

Nuovo confinement in Francia. A partire dalla mezzanotte di venerdì 19 marzo, in sedici dipartimenti - tra i quali tutta l’area metropolitana di Pcarigi - tornano rigide regole di contenimento del virus. Resteranno però aperte le scuole.

Parigi, Nizza e il Nord-Ovest

Il primo ministro Jean Castex ha annunciato giovedì sera che per quattro settimane almeno il dipartimento delle Alpi marittime (Nizza), l’Ile de France (l’area metropolitana di Parigi), i dipartimenti normanni dell’Eure e della Seine Maritime (Rouen e Le Havre), e tutta la regione dell’Hauts de France (Lille, Amiens, Roubaix, Calais, Dunkerque saranno interessate da nuovi provvedimenti restrittivi, che potranno essere eventualmente estesi ad altre aree del Paese se l’evoluzione dell’epidemia dovesse richiederlo. Al momento le misure interessano 20 milioni di cittadini francesi (su un totale di 66 milioni).

Loading...

Aperte le librerie...

Le nuove misure dovrebbero permettere di «frenare senza chiudere», ha detto Castex. Prevedono il divieto di spostarsi a una distanza superiore a dieci chilometri dalla propria abitazione e di trasferirsi in altre regioni, salvo le classiche deroghe per le attività necessarie. Vietate le visite e le aggregazioni, mentre - nei limiti dei 10 km - è permesso passeggiare e fare attività fisica. Vengono chiuse tutte le attività commerciali non essenziali (sono 110mila punti vendita, secondo il ministero dell’Economia), ma restano aperte librerie e negozi di dischi.

...e le scuole

Le scuole continueranno l’attività, anche se i licei effettueranno didattica a distanza al 50 per cento. «È una misura che ci distingue da molti dei paesi nostri vicini - ha detto Castex - che noi intendiamo conservare fino a quando sarà possibile». Potrà riprendere normalmente l’attività sportiva negli orari scolastici. Il governo ha anche insistito sulla necessità di ricorrere al telelavoro per almeno quattro giorni la settimana. In tutta la Francia il coprifuoco inizierà da sabato alle 19 e non più alle 18.

Castex vaccinato con AstraZeneca

Riprende inoltre da venerdì la somministrazione dei vaccini AstraZeneca, dopo le rassicurazioni dell’Ema. Tra i primi vaccinati, lo stesso primo ministro Castex. La situazione dell’epidemia è piuttosto critica, soprattutto nell’area parigina, dove a causa della diffusione della variante britannica si contano 446 casi per 100mila abitanti (calcolati su base settimanale) contro una soglia critica massima fissata a 250.

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti