ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùle nuove regole del dpcm

Nuovo dpcm, dalle seconde case (anche in affitto) alle visite, cosa si può fare e cosa no

Possibile effettuare una visita a parenti e amici, ma una sola volta al giorno. Chiusi gli impianti di sci fino al 15 febbraio

di Nicoletta Cottone

Coronavirus, quanto colpisce ogni 100mila abitanti: il più alto in Veneto con 856

Possibile effettuare una visita a parenti e amici, ma una sola volta al giorno. Chiusi gli impianti di sci fino al 15 febbraio


9' di lettura

Fino al 15 febbraio si può andare nelle seconde case fuori regione di proprietà o in affitto a lungo termine, ma solo con il proprio nucleo familare convivente. Per tutte le altre motivazioni sono vietati i viaggi fuori regione, a meno non ci siano motivi di lavoro, di salute o di necessità. Possibile effettuare una visita a parenti e amici, ma una sola volta al giorno (in regione nelle zone gialle, in ambito comunale in arancioni e rosse). Chiusi gli impianti di sci fino al 15 febbraio. Sono alcune delle novità introdotte dal dpcm 14 gennaio 2021. Ecco cosa è consentito fare e cosa no in base alle nuove indicazioni del decreto. In fondo all’articolo una sintesi rapida, zona per zona, su cosa si può fare e cosa no, elaborata in base alle mini faq del governo (quelle estese e più interpretative sono ancora in aggiornamento).

VALIDITÁ NUOVE REGOLE

Le nuove indicaziuoni del dpcm 14 gennaio 2021 si applicano fino al 5 marzo. I divieti di spostamento individuati dal testo e lo stop allo sci sono validi fino al 15 febbraio.

Loading...

SECONDE CASE

Il chiarimento più importante non si evince direttamente dal testo, ma arriva da una interpretazione al decreto fornita da palazzo Chigi e riguarda le seconde case. È consentito recarsi nelle seconde case fuori regione con il proprio nucleo familiare. In case di proprietà, ma anche in case in affitto, ma solo di lungo periodo (no, quindi, a case prese in affitto solo per il fine settimana o per una vacanza breve). Nessuna limitazione di colore: ci si può recare nelle seconbde case che si trovino in regioni gialle, arancioni o rosse. La novità riguarda però solo il nucleo familiare convivente, non gli amici. É sempre consentito fare ritorno nella propria residenza, domicilio o abitazione.

SPOSTAMENTI

Fino al 15 febbraio, a parte la deroga per le seconde case (si legga il punto sopra), non sono consentiti gli spostamenti fra regioni, anche gialle. Nelle aree gialle della penisola ci si può spostare in tutta la regione, mentre nelle zone arancioni e rosse solo nell’ambito del proprio comune. Gli spostamenti restano consentiti solo dalle 5 alle 22: dalle 22 alle 5 del mattino successivo scatta il coprifuoco e ci si può spostare solo per comprovate esigenze lavorative, situazioni di necessità o motivi di salute. É permesso fare una visita al giorno ad amici o parenti, massimo in due persone, accompagnate da minori di 14 anni e da disabili conviventi. Le visite ad amici o parenti sono consentite in ambito regionale nelle regioni gialle, in ambito comunale in quelle arancioni e rosse. Per gli spostamenti resta in vigore la regola per i piccoli comuni al di sotto dei 5mila abitanti, che si possono spostare in un raggio di 30 chilometri, escluso verso i capoluoghi di provincia. Il dpcm raccomanda, comunque, «fortemente» nel corso della giornata di non spostarsi, con mezzi di trasporto pubblici o privati, salvo che per esigenze lavorative, di studio, per motivi di salute, per situazioni di necessità o per svolgereattività o usufruire di servizi non sospesi.

STARE A CASA

«Stay at home». Il dpcm raccomanda «fortemente» nel corso della giornata di non spostarsi, con mezzi di trasporto pubblici o privati, salvo che per esigenze lavorative, di studio, per motivi di salute, per situazioni di necessità o per svolgereattività o usufruire di servizi non sospesi.

VISITE A PARENTI E AMICI

É consentito lo spostamento verso una sola abitazione privata abitata, una sola volta al giorno, in un arco temporale compreso fra le 5 e le 22, e nei limiti di due persone ulteriori rispetto a quelle già conviventi. É possibile farsi accompagnare da minori di anni 14 sui quali si esercita la potestà genitoriale e dalle persone disabili o non autosufficienti conviventi.

VISITE A GENITORI ANZIANI AUTOSUFFICIENTI

Non è possibile fare visita a genitori anziani autosufficienti fuori regione. Se l’anziano è in consizioni di necessità o non è autosufficiente è consentito lo spostamento di una sola persona, che può portare i minori di 14 anni o i conviventi disabili.

PICCOLI COMUNI

Confermata la deroga agli spostamenti nei piccoli comuni al di sotto dei 5mila abitanti. Spostamenti consentiti nel raggio di 30 chilometri, escluso verso capoluoghi di provincia.

RISTORAZIONE

Nelle aree gialle ristoranti, bar, pasticcerie e gelaterie restano aperte dalle 5 del mattino alle 22. É necessario indicare il numero di persone massimo che può accedere all’interno. Allo stesso tavolo possono sedere al massimo quattro persone non conviventi. Nelle zone arancioni e rosse i pubblici esercizi sono chiusi, tranne che per la consegna a domicilio. La norma anti movida introdotta dal dpcm prevede che per i bar senza cucina e i negozi che vendono bevande al dettaglio (per esempio le enoteche) l’asporto sia consentito solo fino alle 18. Dopo le 18 resta in vigore il divieto di consumare cibi e bevande nei luoghi pubblici e nei luoghi aperti al pubblico. Sempre consentite le consegne a domicilio.

ATTIVITÀ MOTORIA E SPORTIVA

É consentito svolgere attività sportiva o attività motoria all'aperto, anche presso aree attrezzate e parchi pubblici, ma è necessario rispettare la distanza di sicurezza interpersonale di almeno due metri per l'attività sportiva e di almeno un metro per ogni altra attività, a meno che non sia necessaria la presenza di un accompagnatore per i minori o le persone non completamente autosufficienti.

IMPIANTI SCIISTICI

Restano chiusi al pubblico fino al 15 febbraio gli impianti sciistici. Sono allo studio linee guida ad hoc per consentirne la riapertura al pubblico dopop il 15 febbaio. Attualmente gli impianto possono essere utilizzarli per gli allenamenti di atleti professionisti e non professionisti riconosciuti di interesse nazionale dal Coni, dal Cip e dalle rispettive federazioni.

MUSEI APERTI

Riaprono i musei dal lunedì al venerdì, ma solo nelle zone gialle. Gli ingressi saranno contingentati per rispettare il distanziamento e con prenotazione.

CROCIERE

Ripartono le crociere di navi passeggere di bandiera italiana. Si potranno svolgere nel rispetto delle specifiche linee guida validate dal Comitato tecnico scientifico.

VIAGGI

Chi arriva da un Paese Ue deve effettuare un tanpone rapido con esito negativo nelle 48 ore precedenti.

CHIUSE PALESTRE E PISCINE

Il dpcm lascia ancora sospese le attività di palestre, piscine, centri natatori, centri benessere, centri termali. Fanno eccezione l'erogazione delle prestazioni rientranti nei livelli essenziali di assistenza e per le attività riabilitative o terapeutiche, nonché
centri culturali, centri sociali e centri ricreativi. Il decreto rpecisa che, ferma restando
la sospensione delle attività di piscine e palestre, l'attività sportiva di base e l'attività motoria in genere svolte all'aperto presso centri e circoli sportivi, pubblici e privati, sono consentite nel rispetto delle norme di distanziamento sociale e senza alcun assembramento, in conformità con le linee guida emanate dall’Ufficio per lo sport, sentita la Federazione medico sportiva italiana. É interdetto l'uso di spogliatoi interni dei circoli. Sono consentite le attività dei centri diriabilitazione, dei centri di addestramento e delle strutture dedicate esclusivamente al mantenimento dell'efficienza operativa in uso al Comparto difesa, sicurezza e soccorso pubblico,che si svolgono nel rispetto dei protocolli e delle linee guida vigenti.

MANIFESTAZIONI

Lo svolgimento delle manifestazioni pubbliche è consentito soltanto in forma statica, a condizione che, nel corso di esse, siano osservate le distanze sociali prescritte e le altre misure di contenimento imposte dal questore. Sospesi gli spettacoli aperti al pubblico in sale teatrali, da concerto, cinematografiche e in altri spazi anche all'aperto. Sospese le attività in sale da ballo e discoteche e locali assimilati, all'aperto o al chiuso. Vietate le feste nei luoghi al chiuso e all'aperto, comprese quelle conseguenti alle cerimonie civili e religiose. Vietate sagre, fiere di qualunque genere e altri analoghi eventi. Sospesi convegni, congressi e altri eventi, ad eccezione di quelli che si svolgono con modalità a distanza. Tutte le cerimonie pubbliche si svolgono nel rispetto dei protocolli e linee guida vigenti e in assenza di pubblico. Consentite le funzioni religiose nel rispetto dei protocolli sottoscritti dal Governo e dalle rispettive confessioni, con distanziamento di almeno un metro ed evitando assembramenti.

ZONA BIANCA

Fra le novità del dpcm c’è l’istituzione di una zona bianca, dove riprenderanno tutte le attività attualmente sospese, nel rispetto di indicazioni ad hoc in fase di sviluppo. Scatta con ordinanza del ministro della Salute quando l’incidenza settimanale dei contagi, per tre settimane consecutive, sia inferiore a 50 casi ogni 100mila abitanti.

ZONA GIALLA

Ecco la sintesi delle regole in fascia gialla, elaborate in base alle mini faq del governo. É permesso circolare dalle 5 alle 22 in ambito regionale. Si può fare una sola visita al giorno a casa di parenti o amici, in massimo due persone più figli minori di 14 anni e persone disabili
o non autosufficienti conviventi. É vietato circolare dalle 22 alle 5 e spostarsi in altre regioni, salvo comprovati motivi di lavoro, necessità o salute. Il rientro alla residenza, domicilio o abitazione sempre consentito (questa dicitura autorizza il nucleo familiare a recarsi nelle seconde case fuori regione di proprietà del nucleo o in affitto lungo). Centri e parchi commerciali sono chiusi nei giorni festivi e prefestivi. Restano aperti all'interno farmacie, parafarmacie, presidi sanitari, punti vendita di generi alimentari, tabaccherie, edicole, librerie, vivai. Attività in presenza al 100% per scuole dell'infanzia, elementari e medie. Alle scuole superiori didattica in presenza alternata per minimo il 50% e fino al 75% degli alunni. Università aperte/chiuse su autonoma decisione, in base all'andamento
dell'epidemia. Riempimento massimo al 50% dei mezzi di trasporto pubblico locale, ad eccezione del trasporto scolastico dedicato. Consumazione in bar e ristoranti dalle 5 alle 18. Dalle 18 alle 22 permesso solo asporto di cibi e bevande dai locali con cucina. Consegna a domicilio senza limiti di orario. Vietato consumare cibi e bevande in strade o parchi dalle 18 alle 5. Apertura di musei e mostre dal lunedì al venerdì, nel rispetto
del distanziamento e delle altre misure di prevenzione. Chiuse palestre, piscine, teatri, cinema. Aperti i centri sportivi. Sospese le attività di sale scommesse, bingo, sale giochi eslot machine anche in bar e tabaccherie

ZONA ARANCIONE

.Consentito circolare dalle 5 alle 22 nello stesso Comune. Consentita una sola visita al giorno a casa di parenti o amici, nello stesso Comune, in massimo 2 persone più figli minori di 14 anni e persone disabili o non autosufficienti conviventi. Dai Comuni fino a 5.000 abitanti, spostamenti consentiti anche entro i 30 km dai confini con divieto di andare nei capoluoghi di Provincia. Possibile spostarsi in altri Comuni per lavoro, salute o necessità o per servizi non presenti nel proprio. Vietato circolare dalle 22 alle 5, salvo comprovati motivi di lavoro, necessità o salute. Rientro alla residenza, domicilio o abitazione sempre consentito (questa dicitura autorizza il nucleo familiare a recarsi nelle seconde case fuori regione di proprietà del nucleo o in affitto lungo). Centri e parchi commerciali chiusi nei giorni festivi e prefestivi. Restano aperti all'interno farmacie, parafarmacie, presidi sanitari, punti vendita di generi alimentari, tabaccherie, edicole, librerie, vivai. Attività in presenza al 100% per scuole dell'infanzia, elementari e medie. Alle scuole superiori didattica in presenza alternata per minimo il 50% e fino al 75% degli alunni. Università aperte/chiuse su autonoma decisione, in base all'andamento dell'epidemia. Riempimento massimo al 50% dei mezzi di trasporto pubblico locale, ad eccezione del trasporto scolastico dedicato.
Consumazione sempre vietata all'interno di bar e ristoranti e nelle adiacenze. Dalle 5 alle 18 permesso l'asporto di cibi e bevande da tutti i locali, dalle 18 alle 22 solo dai locali con
cucina. Consegna a domicilio senza limiti di orario. Vietato consumare cibi e bevande in strade o parchi dalle 18 alle 5. Chiusi musei, mostre, teatri, cinema, palestre e piscine.
Aperti i centri sportivi. Sospese le attività di sale scommesse, bingo, sale giochi
e slot machine anche in bar e tabaccherie.

ZONA ROSSA

Consentito circolare solo per lavoro, salute o necessità. Consentita una sola visita al giorno a casa di parenti o amici, nello stesso Comune, in massimo 2 persone più figli minori di 14 anni e persone disabili o non autosufficienti conviventi. Dai comuni fino a 5mila abitanti, consentite le visite anche entro i 30 chilometri dai confini con divieto di andare nei capoluoghi di Provincia. Rientro alla residenza, domicilio o abitazione sempre consentito.
Chiusi i negozi, i centri commerciali e i mercati. Restano aperti farmacie, parafarmacie, presidi sanitari, punti vendita di generi alimentari, tabaccherie, edicole, librerie, vivai e altri
punti vendita di beni necessari. Aperti barbieri, parrucchieri e lavanderie. Chiusi i centri estetici. Attività in presenza al 100% per scuole dell'infanzia, elementari, prima media. Didattica a distanza al 100% per gli altri anni delle medie e per le scuole superiori.
Università chiuse, salvo specifiche eccezioni. Riempimento massimo al 50% dei mezzi di trasporto pubblico locale, ad eccezione del trasporto scolastico dedicato. Consumazione sempre vietata all'interno di bar e ristoranti e nelle adiacenze. Dalle 5 alle 18 permesso l'asporto di cibi e bevande da tutti i locali, dalle 18 alle 22 solo dai locali con cucina. Consegna a domicilio senza limiti di orario. Vietato consumare cibi e bevande in strade o parchi dalle 18 alle 5. Chiusi musei, mostre, teatri, cinema, palestre e piscine e centri sportivi. Consentita l'attività motoria nei pressi dell'abitazione e l'attività sportiva individuale. Sospese le attività di sale scommesse, bingo, sale giochi e slot machine anche in bar e tabaccherie.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti