Logistica

Nuovo polo logistico eco-friendly nell’ex Zuccherificio Aie a Bologna

P3 Logistic Parks ha annunciato la realizzazione di uno o più magazzini “chiavi in mano” fino a 100mila mq di superficie coperta ad Altedo, in provincia del capoluogo emiliano, investendo sulla sostenibilità del progetto e su una mobilità a basso impatto anche per i lavoratori

di Laura Cavestri

3' di lettura

Riqualificazione dell’ex Zuccherificio Aie, poco fuori Bologna, a scopo logistico. P3 Logistic Parks – investitore specializzato nello sviluppo, nell’acquisizione e nella gestione a lungo termine di immobili logistici in Europa – ha annunciato questa mattina la realizzazione di uno o più magazzini “chiavi in mano” fino a 100mila mq di superficie coperta, a San Pietro in Casale, nel distretto di Altedo, in provincia di Bologna, a soli 2 minuti dall’omonima uscita di Altedo dell'Autostrada A13 e a 14 minuti dalla tangenziale di Bologna, uno degli snodi logistici più importanti del Centro Nord

Il progetto

La nuova struttura logistica sarà progettata all’insegna della massima flessibilità con ampi parcheggi e spazi di manovra, personalizzata a seconda delle esigenze del cliente, e ideale per una vasta gamma di settori tra i quali 3PL, retailer, e-commerce e light industrial. A corredo della nuova iniziativa è prevista la realizzazione di un nuovo assetto infrastrutturale, con la predisposizione di due rotatorie sulla SP 20 oltre che di nuovi percorsi ciclabili, per offrire un’eccellente connessione al sito sia ai mezzi sia ai lavoratori. L’obiettivo di realizzare strutture logistiche di livello prime ed eco-sostenibili.
Nel caso del progetto di Altedo, la sostenibilità investe anche il contesto sociale. Sono infatti previste una serie di misure e di azioni finalizzate a potenziare i sistemi di trasporto più sostenibili e a raggiungere la certificazione di sviluppo “Green Logistics” prevista dal Pums (Piano urbano della mobilità sostenibile).

Loading...

La sostenibilità

Lo sviluppo spinge verso un significativo incremento dell'utilizzo della mobilità “dolce” tra il polo logistico e la stazione di San Pietro in Casale – Centro abitato di Altedo, con la messa a disposizione di una flotta di biciclette, anche elettriche, con la realizzazione delle relative stazioni di ricarica, e l’attivazione di una linea bus dedicata, sostenuta tramite l’acquisto di abbonamenti al trasporto pubblico per i lavoratori del polo logistico, valido su tutto il territorio della Città Metropolitana.Anche in ambito edilizio P3 ha adottato soluzioni all'avanguardia in termini di sostenibilità: riduzione dell'incremento di emissioni inquinanti, grazie ad un programma di riforestazione urbana ad alto assorbimento di C02; efficienza energetica dei volumi edilizi (edifici nearly zero energy building) con consumo di energia quasi zero e produzione di energia pulita; ottimizzazione del sistema di illuminazione naturale ed artificiale, perseguendo il risparmio energetico ed il contenimento dell’inquinamento luminoso; installazione di panelli fotovoltaici; sistemi idrici che utilizzano acqua piovana riciclata e impianti idraulici a basso volume, per evitare lo spreco di acqua negli impianti.

«Grazie alla collaborazione con le autorità locali, in particolare Citta Metropolitana di Bologna, l’Unione Reno Galliera e i comuni di San Pietro In Casale e Malalbergo – ha dichiarato Andrea Amoretti, managing director di P3 Italia – stiamo ridando vita ad un’area dismessa, creando posti di lavoro e migliorando allo stesso tempo la vivibilità del territorio mediante la realizzazione di importanti opere infrastrutturali e ambientali. Il polo logistico sarà immerso nel verde, servito dai mezzi pubblici e da piste ciclabili e avrà un accesso diretto e velocissimo all’autostrada A13 e alla stazione ferroviaria di San Pietro in Casale, tutto questo a pochi chilometri da Bologna. Siamo orgogliosi di potere offrire ai nostri clienti questa iniziativa all'avanguardia. P3 – ha concluso Amoretti – è in grado di gestire con efficacia l’intero processo del ciclo “chiavi in mano”, aiutando i clienti a individuare le posizioni più strategiche e ad ottenere le autorizzazioni necessarie, oltre a garantire assistenza nelle fasi di procurement, costruzione, servizi post-vendita e di property/facility management».

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter RealEstate+

La newsletter premium dedicata al mondo del mercato immobiliare con inchieste esclusive, notizie, analisi ed approfondimenti

Abbonati