Acquisizioni

Nuovo polo sanitario, DentalPro conquista i centri di Vitaldent

Il gruppo di Bc Partners compra una rete di 80 studi dentistici. In tre anni e mezzo i ricavi passati da 100 a 200 milioni Nuovo raddoppio nei target

di Francesca Cerati

Il dentista ai tempi del Covid, DentalPro: tecnologia e sicurezza

Il gruppo di Bc Partners compra una rete di 80 studi dentistici. In tre anni e mezzo i ricavi passati da 100 a 200 milioni Nuovo raddoppio nei target


3' di lettura

Il più grande gruppo dell’odontoiatria italiana privata, DentalPro, controllato per l’85% dal fondo BC Partners (lo stesso che ha fatto l’offerta per l’Inter), cresce ancora e prende il controllo dell’attività di Vitaldent Italia, di proprietà di JB Capital, compresi i suoi 80 centri dentistici nel nostro Paese.

«Da quando il fondo è entrato nella società, tre anni e mezzo fa, siamo passati da 100 milioni di fatturato al traguardo dei 200 milioni di oggi e puntiamo nel 2021 di arrivare a quota 230 milioni, che nei prossimi 3-5 anni potrebbero raddoppiare. Covid permettendo» premette l’amministratore delegato Michel Cohen, che con i due odontoiatri Samuele Baruch e Paolo Tonveronachi, ha fondato il Gruppo nel 2010.

Loading...

Mercato da 10 miliardi di euro

La pandemia ha toccato anche loro, come tutti ovviamente, però meno di altri settori. «Tralasciando il periodo di marzo/aprile quando non c’era un protocollo e si andava dal dentista solo per le urgenze, nel resto dell’anno l'attività è ritornata ai livelli degli anni scorsi» precisa Cohen.

In Italia, il mercato delle cure dentali vale circa 10 miliardi di euro, «significa che la nostra quota è del 2,3%, ancora molto bassa - continua - Se consideriamo tutte le catene del settore (quelle grandi sono circa 6 più una 30ina di piccole) complessivamente rappresentano l’8% del mercato, tutto il resto sono dentisti individuali (40mila). C’è quindi ancora molto spazio di consolidamento. E come Gruppo abbiamo un grande appetito di ulteriori acquisizioni e ulteriori aperture».

Verso l’apertura di altre 10 cliniche

Quest’anno DentalPro aprirà altre 10 cliniche in Italia, che con i già 260 centri in 14 regioni, 2.000 dipendenti, 1.500 odontoiatri e igienisti, si colloca tra i maggiori player della sanità privata italiana (dietro gruppi del calibro di San Donato, Humanitas, Ieo, Synlab, ...) posizionandosi al settimo posto e riconfermando la prima posizione nel settore delle cure dentali. L’accordo appena siglato con Vitaldent (che fa crescere DeltalPro del 30% in un colpo solo) potrà contare sul contributo di circa 2.000 dipendenti e oltre 1.500 medici odontoiatri e igienisti.

«Finalmente un gruppo italiano che si rafforza sul mercato, invece di essere preda di operatori internazionali - commenta Cohen - Con questa acquisizione, realizzabile grazie all’apporto di ulteriore capitale da parte del nostro azionista di maggioranza BC Partners e degli altri azionisti, intendiamo mettere a frutto le migliori competenze clinico-gestionali delle due società per rilanciare i Centri Vitaldent sotto il brand DentalPro, assicurando loro un brillante futuro grazie anche alla solidità del nostro gruppo».

Orario lungo e accesso facile

DentalPro nasce con l’obiettivo di inaugurare un nuovo modo di recarsi dal dentista: alta qualità delle cure, delle attrezzature e dei professionisti, ma in modo più semplice e facilmente accessibile, con la massima disponibilità oraria, 7 giorni su 7, all’interno dei centri commerciali e in location cittadine strategiche. L’idea di avvicinare i cittadini alle cure dentali, portandole nei luoghi di maggiore affluenza, si è rivelata vincente. E ora il Gruppo di cure dentali privato, leader in Italia, si organizza per le prossime sfide.

«L’unione strategica delle due società - prosegue Cohen - dimostra che per noi e per BC Partners il settore ha un grande potenziale di sviluppo in Italia e crediamo avrà un effetto positivo anche sul consolidamento del mercato odontoiatrico, rappresentando un’opportunità di sviluppo professionale per i nostri dipendenti e collaboratori».

Priorità agli investimenti sull’innovazione

Altro punto di forza della società sono gli importanti investimenti in innovazione, che vanno di pari passo con quelli destinati alla formazione del personale. L’obiettivo è estendere a tutte le strutture del Gruppo i benefici che la tecnologia e la digitalizzazione possono portare: riduzione di costi e tempi, ma anche maggiore affidabilità e precisione.

«Essere un Gruppo grande e solido - continua Cohen - ci permette di avvantaggiarci delle economie di scala, essere competitivi e investire costantemente in innovazione, per dotare i nostri centri di moderne attrezzature e tecnologie, come la Tac 3D. Quest’anno inoltre, per abbattere il rischio di contagio da Sars-CoV-2, abbiamo introdotto in tutte le sedi un sistema di aspirazione a vuoto extraorale che riduce l’esposizione all’aerosol durante i trattamenti odontoiatrici».

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti