logistica

Nuveen Re acquisisce due hub nel Nord Italia per 80 milioni di euro

Si tratta di un polo per il food situato a Chiari, vicino a Brescia e di un centro logistico parte del Vigasio District Park, nell’hinterland veronese

di Laura Cavestri

default onloading pic

Si tratta di un polo per il food situato a Chiari, vicino a Brescia e di un centro logistico parte del Vigasio District Park, nell’hinterland veronese


3' di lettura

C’è un tassello italiano pronto a crescere nella strategia di investimento europea di Nuveen Real Estate, una delle più grandi società al mondo attive nella gestione degli investimenti immobiliari. Conclusa, infatti, l’acquisizione di due asset logistici nel Nord Italia: un hub per la logistica dei prodotti food situato a Chiari, vicino a Brescia, e un centro logistico parte del più ampio sviluppo del Vigasio District Park, nell’hinterland veronese. Operazioni dal valore complessivo di 80 milioni di euro.

I beni
Le due strutture, acquisite per la piattaforma logistica europea di Nuveen Real Estate, contribuiscono a rafforzare in modo significativo la presenza della società nella regione, portando il portafoglio gestito a 2 miliardi di euro.
Il food hub di Chiari, acquisito per circa 64 milioni, ha una superficie lorda affittabile globale di circa 68mila mq ed è attualmente interamente affittato a un retailer italiano di primaria importanza, con un contratto della durata di ulteriori sei anni. Dal polo di Chiari, il retailer gestisce lo stoccaggio e lo smistamento delle merci destinate ai propri punti vendita nella Lombardia orientale, nel Veneto e in parte dell’Emilia Romagna.
Grazie alla posizione strategica, a soli 1,3 km dall’ingresso della A35 - autostrada di recente apertura che collega la città di Milano (45 minuti) a Brescia (20 minuti) - e al rapido accesso all’autostrada A4 (15 minuti), il polo permette collegamenti veloci e diretti con tutte le principali città del nord Italia.

Il centro logistico di Vigasio è un nuovo sviluppo di circa 25.800 mq dotato delle più avanzate specifiche di livello A. La struttura è attualmente affittata a un importante operatore 3PL italiano, Arcese Trasporti, che la utilizza a servizio di un cliente, la filiale italiana della casa automobilistica giapponese Honda Motors. Il contratto di affitto ha una durata di ulteriori otto anni. Grazie alla sua flessibilità, l’asset sarà in grado di soddisfare le esigenze logistiche di varie tipologie di tenant futuri, se richiesto.
La struttura sorge nelle immediate vicinanze di due assi infrastrutturali transeuropei (da est verso ovest – attraverso l’Europa meridionale – e da nord a sud) e vanta inoltre un ottimo collegamento con l’autostrada A22. Con queste ultime due acquisizioni, Nuveen porta a 5 immobili, per un valore complessivo di circa 130 milioni di euro, il suo portafoglio italiano. Gli altri asset si trovano a Monticelli (Piacenza), Isola Rizza (Verona) e Cantalupo (area metropolitana di Milano).

La prospettiva
«Il mercato logistico italiano – ha spiegato Mario Pellò, Head of Italy di Nuveen Real Estate – ha ancora un grande potenziale di sviluppo, grazie alla resilienza delle più moderne catene retail, che necessitano di infrastrutture adatte per rifornire i loro store fisici, e allo stesso tempo alla progressiva crescita delle piattaforme online, che gestiscono le consegne dai più importanti poli logistici». Queste acquisizioni, ha proseguito Pellò, «precedute recentemente da altre acquisizioni in tutta Europa effettuate per il nostro veicolo europeo, sono perfettamente in linea con le nostre priorità strategiche - in termini di collocazione geografica, qualità dei locatari, dimensioni degli edifici e delle aree circostanti - e confermano la nostra fiducia nel settore logistico italiano. Continuiamo a focalizzare il nostro interesse su strutture all’avanguardia, ben posizionate negli snodi infrastrutturali meglio collegati con la Germania e il Nord Europa, per soddisfare le esigenze di brand nazionali e internazionali che vogliono potenziare le loro piattaforme logistiche in Ita lia».
Il coronavirus? «Per ora – ha concluso Pellò – non è in discussione la nostra strategia di crescita e non avrà un impatto significativo sull’Italia , soprattutto se il fenomeno diventerà sempre più europeo».

Brand connect

Loading...

Newsletter RealEstate+

La newsletter premium dedicata al mondo del mercato immobiliare con inchieste esclusive, notizie, analisi ed approfondimenti

Abbonati