ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùInternazionalizzazione

Octagona guida le Pmi italiane alla conquista dell’India

La società sarà partner dell’Ambasciata indiana in Italia in un programma che punta ad aprire il mercato del Subcontinente alle piccole e medie imprese.

di Gianluca Di Donfrancesco


default onloading pic
Il premier indiano Narendra Modi

2' di lettura

Portare le piccole e medie imprese italiane in India. È l’obiettivo del programma Access India Initiative, promosso dall’ambasciata indiana a Roma. Il progetto rientra all’interno del più ampio programma nazionale Make in India, lanciato già dal primo Governo Modi, vorrebbe «imprimere una significativa accelerazione al business ed allo sviluppo economico-commerciale tra Italia e India», come si legge in una nota diffusa giovedì 10 ottobre dall’Ambasciata indiana e dalla società Octagona, knowledge partner del programma.

Per sostenere la crescita del Paese, il Governo indiano ha appena tagliato drasticamente la tassazione sulle imprese, portandola dal 30 al 22%. E la Banca centrale continua a ridurre il costo del lavoro. Per completare il proprio ambizioso progetto di modernizzazione del tessuto economico, l’India ha bisogno di tecnologia, know-how e competenze.

Tutte carte che le imprese italiane possono mettere sul tavolo. Affrontare il mercato del Subcontinente può però «risultare complesso per un tessuto industriale come quello italiano, costituito al 99% da micro-Pmi», spiega Alessandro Fichera, managing director di Octagona . Access India Initiative si propone appunto di aiutare le aziende italiane «a comprendere meglio le caratteristiche del mercato indiano e a fornire loro una piattaforma innovativa in grado di assisterle nei primi passi di accesso», come spiega la nota.

L’iniziativa, «pensata in un'ottica di lungo termine», punta a facilitare progetti di investimento in India e «si rivolge sia ad aziende che vogliono aprire presidi produttivi, sia a Pmi già impegnate in operazioni di import-export con il Paese».

L’Ambasciata indiana ha affidato la gestione del programma ad Octagona, società che si occupa di internazionalizzazione d’impresa, con 17 anni di attività in India, dove conta sedi dirette (New Delhi, Bangalore e Pune) e 8 uffici partner (Mumbai, Ahmedabad, Rajkot, Ludhiana, Chandighar, Kolkata, Hyderabad, Dewas).

Il progetto, che durerà almeno fino al 30 Settembre 2020, si articola in una serie di step: identificazione e selezione di circa di 50 Pmi italiane interessate ad avviare investimenti produttivi in India; definizione di un work plan per ogni singola azienda coinvolta; assistenza e supporto operativo alle aziende selezionate, al fine di avviare un percorso di crescita nel mercato indiano di workshop specifici e tematici per le
aziende, al fine di trasferire competenze e conoscenze utili per fare business in India e comprendere al meglio il contesto locale; creazione di un canale di comunicazione dedicato per facilitare i contatti con le
Pmi partecipanti al progetto.

« La designazione di Octagona come knowledge partner da parte
dell’Ambasciata Indiana - commenta Fichera - rappresenta un grande motivo di riconoscimento. La scelta di investire nel mercato indiano 17 anni fa si è rivelata vincente: oggi abbiamo radici molto solide in India, un team particolarmente efficace e una casistica di esperienze che ci permettono di guidare al meglio le Pmi Italiane».

Riproduzione riservata ©
Per saperne di più

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...