Cosmetica, fragranze e liquori

Officina Santa Maria Novella (100% Italmobiliare) recupera e accelera all’estero

Un’edizione speciale di otto fragranze chiamata Firenze 1221 per festeggiare gli 800 anni. Nei piani del nuovo ad Perris nuove boutique in Italia e all’estero, focus su Cina Usa e Uk

di Silvia Pieraccini

Nel 1612. Officina Santa Maria Novella è stata fondata dai frati domenicani

2' di lettura

Completato il passaggio di proprietà (col 100% del capitale acquisito un mese fa dalla holding d’investimento Italmobiliare della famiglia Pesenti) e recuperati i livelli di fatturato pre-Covid, Officina Profumo-Farmaceutica Santa Maria Novella innesta il turbo e si prepara a crescere in Italia e all’estero. Per il marchio di cosmetica, fragranze e liquori, diventato un simbolo internazionale di glamour e storia grazie anche al negozio-museo di Firenze, è un passaggio strategico da azienda familiare a organizzazione complessa.

Il nuovo amministratore delegato (e “naso”) Perris

Il timone di amministratore delegato è stato affidato al naso Gian Luca Perris; gran parte della prima linea dei manager è stata rinnovata; sono in arrivo nuovi negozi e prodotti tra cui una linea a base di iris, il fiore simbolo di Firenze, la cui anteprima è avvenuta ieri nel capoluogo toscano con un evento che ha festeggiato gli 800 anni dall’avvio della coltivazione di erbe officinali da parte dei frati domenicani (che poi fondarono il marchio nel 1612). Per l’occasione è stata realizzata un’edizione speciale di otto fragranze chiamata Firenze 1221.

Loading...

Gian Luca Perris

«Vogliamo mettere al centro la qualità - spiega Perris - portando avanti la tradizione e gli 800 anni di storia con un’interpretazione moderna, senza tenere l’Officina come un museo». L’azienda - che produce tutto nello stabilimento di Firenze - ha appena aperto un negozio in Rinascente Milano Duomo e inaugurerà entro l’anno una boutique in via Tornabuoni a Firenze, oltre a un secondo punto vendita a Doha e uno a Sidney entro aprile. Nel frattempo sta sbarcando in Cina attraverso il cross-border ecommerce, grazie alla certificazione di qualità dell’impianto produttivo fiorentino, e sta accelerando negli Usa (dove possiede una filiale e quattro punti vendita diretti) e nel Regno Unito (dove ha appena rilevato il distributore).

Santa Maria Novella, l' Officina festeggia otto secoli di profumi

Santa Maria Novella, l' Officina festeggia otto secoli di profumi

Photogallery20 foto

Visualizza

Ecommerce diretto in Uk e negli Usa

In questi due Paesi, così come nel resto d’Europa, le vendite online avvengono attraverso tre siti Internet a gestione diretta. «Negli Usa l’ecommerce vale quasi il 50% del fatturato - spiega Perris - ed è un canale che vediamo in grande crescita. Ma ormai credo abbia poco senso parlare in modo distinto di esperienza online e offline, vale l’omnicanalità».

Nei primi nove mesi 2021 il fatturato di Officina Santa Maria Novella ha toccato 20,1 milioni di euro (+21,8%) con un mol di 6,9 milioni (+32,7%), un risultato operativo di 4,4 milioni (+69,2%) e segnali incoraggianti dal canale retail. «Il negozio di via della Scala a Firenze, che prima del Covid assorbiva il 30% del fatturato, non ha ancora recuperato il volumi 2019 - continua Perris - ma sta crescendo. Siamo il terzo museo più visitato di Firenze», dice riferendosi al punto vendita ospitato nel complesso della basilica di Santa Maria Novella.

Riproduzione riservata ©

Consigli24: idee per lo shopping

Scopri tutte le offerte

Ogni volta che viene fatto un acquisto attraverso uno dei link, Il Sole 24 Ore riceve una commissione ma per l’utente non c’è alcuna variazione del prezzo finale e tutti i link all’acquisto sono accuratamente vagliati e rimandano a piattaforme sicure di acquisto online

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti