Tv

Oled, Neo QLed, NanoCell e QNed Mini Led: ecco i pro (e i contro) delle varie tecnologie

Prezzi, modelli e tecnologie dei nuovi televisori di Samsung e Lg

di Gianni Rusconi

Prezzi, modelli e tecnologie dei nuovi televisori di Samsung e Lg

4' di lettura

Ci eravamo lasciati al Consumer Electronics Show di inizio gennaio, quando i due grandi marchi coreani approfittarono della kermesse (in edizione virtuale) per annunciare le rispettive novità in fatto di televisori. Riassumiamo velocemente l'essenza degli annunci delle due aziende sudcoreane. In casa Samsung, il Ces ha segnato di fatto il battesimo ufficiale dei primi prodotti a tecnologia Micro Led (i modelli da 110 e 99 pollici sono in rampa di lancio, i tagli più piccoli arriveranno a fine anno), e quindi schermi in cui ciascun subpixel è costituito da microscopici Led auto-illuminanti, e dei primi modelli Neo QLed, tecnologia che caratterizzerà i nuovi modelli di punta di cui parleremo in questo articolo.
La risposta di Lg alla rivale, sul fronte dei pannelli a cristalli liquidi, ha preso forma e dimensione con i nuovi televisori QNed Mini Led 4K e 8K, che costituiranno il piatto forte dell'offerta 2021 fra i prodotti non Oled (che rimangono la specialità della casa, prova ne sia l'ampiezza della nuova gamma). La promessa, scontata, è quella di un sostanziale passo in avanti nella qualità delle immagini in termini di luminosità e a permetterlo è un nuovo sistema per la retroilluminazione dello schermo, i Mini Led per l'appunto. Nelle prossime settimane, molti dei modelli oggetto di preview in occasione del Ces, saranno in vendita anche in Italia. Ecco le principali caratteristiche, prezzi compresi.


Loading...

L’intelligenza artificiale per le immagini

La prevendita dei nuovi Tv Neo QLed di Samsung è scattata il 15 marzo sullo shop online ufficiale del gigante asiatico e riguarda le famiglie QN900A e QN800A (a risoluzione 8K) e QN95A, QN90A e QN80A (4K). Il punto di forza di tutti questi apparecchi, come anticipato, è la tecnologia del display, che sfrutta un processore quantistico (Neo Quantum) per ottimizzare qualsiasi segnale e garantire all'utente la miglior visione possibile, utilizzando fino a 16 diversi modelli di rete neurale per effettuare il cosiddetto “upscaling” della risoluzione delle immagini provenienti da varie fonti. Il punto d'arrivo di questi pannelli, come ribadiscono da Samsung, è quello di migliorare ulteriormente l'esperienza visiva dei consumatori facendo leva su pannelli illuminati da Led di dimensioni pari a 1/40esimo dei Led tradizionali: in altre parole si tratta di micro-strati (Quantum Mini) particolarmente sottili pensati per assicurare una maggiore densità e canalizzare la luce dove serve per aumentare il contrasto. A dosare l'intensità luminosa e a regolare il livello dei neri per ottenere maggiore profondità delle immagini ci pensa l'immancabile intelligenza artificiale (nella fattispecie la tecnologia Quantum Matrix) ed è sempre basato sull'AI il software che permette (sui modelli top di gamma QN900A) di far coincidere il suono con il movimento degli oggetti sullo schermo, sfruttando gli 80W di potenza audio a 6.2.2 canali del sistema audio. Detto che fra le funzionalità dei nuovi Neo QLed spiccano l'integrazione di Google Duo, per avviare una videochiamata direttamente sullo schermo del televisore, e di Home Office, per sfruttare lo schermo come un monitor per pc grazie al pacchetto 365 di Microsoft, ecco i prezzi di listino dei vari modelli a catalogo: si parte dai 1.800 euro del 50 pollici della serie QN90A 4K per arrivare agli 8mila euro del modello top da 75 pollici della famiglia QN900A 8K. Nel mezzo una vasta batteria di configurazioni che abbracciano i formati da 55, 65 e 75 pollici con costi variabili fra i 2mila e i 6mila euro

I nuovi televisori di Samsung e Lg

I nuovi televisori di Samsung e Lg

Photogallery5 foto

Visualizza

Pannelli ultrasottili, chip intelligenti e schermi

Oled e NanoCell sono invece le parole chiave della proposta Lg in arrivo nei negozi italiani e anche in questo caso la promessa rivolta ai consumatori è quella di un'esperienza audio-visiva migliore e decisamente più immersiva rispetto al passato. Tutto ruota intorno al processore Alpha α9 di quarta generazione, presente nella maggior parte dei nuovi televisori, mentre dal punto di vista delle funzionalità è la piattaforma smart WebOS 6.0 proprietaria a facilitare l'accesso ad app e servizi come Google Assistant, Amazon Alexa e tutto l'ecosistema Apple. La maggior parte dei modelli 2021 supportano inoltre lo standard Hdmi 2.1 di Enhanced Audio Return Channel e la modalità automatica a bassa latenza per alzare ulteriormente il livello delle sessioni di gioco.Guardando ai listini degli Oled, chi non ha problemi di portafoglio può senz'altro strizzare l'occhio alla serie Z1 con risoluzione 8K e disponibile nei formati da 88 e 77 pollici: per portarseli a casa, oltre a salotti con pareti molto generose, servono 27mila e 23mila euro rispettivamente. Decisamente più accessibili i modelli della famiglia G1 (si va dai 5mila euro del 77 pollici ai 2.500 euro del 55 pollici) mentre la serie C1 si presenta con il maggior numero di opzioni in termini di diagonale dello schermo: fra questi l'inedita versione da 83 (in vendita a 8milaeuro) e il 48 pollici entry level a listino a 1.800 euro. Completano il ricco menu degli Oled, infine, le famiglie B1 e A1, disponibili nei tagli che vanno dal 48 e dal 55 al 77 pollici con prezzi compresi fra 1.500 e i 4mila euro.

Effetto Nano e migliaia di minuscoli Led.

Per i Tv a tecnologia NanoCell, invece, la serie di punta si chiama Nano96, con risoluzione 8K e tre diversi formati di schermo: il 75 pollici proposto a 3.500 euro, la versione da 65 pollici a 2.500 euro e il 55 in vendita a 1.800 euro. Altre possibili opzioni sono i Nano91 4K, che spaziano dalla versione da 86 pollici a quella da 55 pollici in un range di costi che va dai 3.500 ai 1.300 euro, mentre per chi si accontenta di uno schermo da “soli” 43 pollici, bastano 700 euro il modello più piccolo della serie Nano75. Rispetto agli Oled, il solco sui prezzi degli apparecchi basati su tecnologia NanoCell è profondo sebbene la resa visiva sia assolutamente apprezzabile. Parliamo infatti di pannelli Led che si distinguono dai prodotti convenzionali per la presenza di particelle da 1 nanometro e di un mix di tecnologie che vanno a ridurre sensibilmente il problema dei riflessi di luce e della distorsione dei colori Per avere un'idea dei costi della nuova gamma QNed Mini Led di Lg (10 modelli in tutto fra 4K e 8K, con dimensioni fino a 86 pollici), invece, bisognerà aspettare ancora qualche settimana. Il plus di questi Tv sono senza dubbio i 30mila piccolissimi Led che operano da sorgente di luce per il pannello Lcd, producendo un rapporto di contrasto di 1.000.000:1 e cobinandosi con le tecnologie quantum dot e NanoCell per elevare la qualità dei colori e dell'immagine in formato Hdr.


Riproduzione riservata ©

Consigli24: idee per lo shopping

Scopri tutte le offerte

Ogni volta che viene fatto un acquisto attraverso uno dei link, Il Sole 24 Ore riceve una commissione ma per l’utente non c’è alcuna variazione del prezzo finale e tutti i link all’acquisto sono accuratamente vagliati e rimandano a piattaforme sicure di acquisto online

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti