Etichette alimentari, Bollino rosso o batteria? Le due proposte a confronto

4/8Consumi

Olio extra vergine di oliva

default onloading pic

Il sistema francese non è tenero nemmeno con l’olio extra vergine di oliva, classificato con il bollino arancione (D). Di nuovo, nel mirino, finiscono i grassi presenti in una porzione di 100 grammi. Il caso dell’olio è emblematico per mostrare le possibili distorsioni del sistema a semaforo: l’etichetta francese “nutri-score” assegna all’olio di oliva (non extra-vergine) lo stesso giudizio dell’olio di colza (bollino giallo, C).

Riproduzione riservata ©

    Brand connect

    Loading...

    Newsletter

    Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

    Iscriviti
    Loading...