SARDEGNA

Ollolai. Il paese venduto a un euro diventa meta turistica

di Davide Madeddu

3' di lettura

Qualcuno ci arriva per turismo (ambientale, sportivo o enogastronomico) o perché spinto da semplice curiosità, qualche altro, invece ha deciso di andarci a vivere acquistando casa (a un euro) e prendendo la residenza. Perché Ollolai, il paese di 1300 abitanti, nel cuore della Barbagia a 30 chilometri da Nuoro è diventato una delle attrazioni della Sardegna centrale. Con una ribalta internazionale, tanto da finire sui media olandesi che proprio nel paese hanno realizzato un reality.

Case a un euro
La rivincita di questo paese avviene quando, per non rassegnarsi allo spopolamento, il Comune, due anni fa, lancia una sfida: case date a un euro a condizione che l'acquirente prenda la residenza. La campagna registra il tutto esaurito e in Comune, si decide quindi di correggere il tiro sulle assegnazioni, andando oltre il semplice protocollo, e dando maggiore attenzione a quello che il sindaco Efisio Arbau definisce “progetto di vita a Ollolai, che prevede non solo il trasferimento di famiglie ma anche di imprese”.

Loading...

Gli stranieri
Non a caso a prendere casa c'è stata un'imprenditrice siciliana impegnata nel settore del service televisivo e due coppie ucraine referenti di una multinazionale con interessi nel settore ambientale e sanitario. Non solo gli unici che animano le strade del centro storico. Il paese negli anni 90 ha ospitato il set del film “Beretta's Island” ( tra gli attori anche Schwarzenegger), sceneggiato e prodotto dall'ex mister Olympia di Body Building Franco Columbu. Anche Columbu, nato a Ollolai ma residente da decenni a Los Angeles è tra i futuri investitori con diversi progetti che vanno da turismo al benessere.

Da vedere
Il centro storico caratterizzato da case in granito con portali in pietra scura, tetti in legno e tegole tradizionali e pareti con murales che raccontano un'esistenza contadina. Poi la chiesa di San Michele Arcangelo che ricorda il passato gotico aragonese. E la chiesa di di San Basilio Magno, costruita in età bizantina e rifatta nel XX secolo, i resti del convento francescano abbandonato attorno al XV seclo e il parco archeologico di Santu Basili dove si possono trovare le tombe scavate nei tafoni e ripari sotto la roccia nelle quali sono state rinvenute le prime tracce umane risalenti al Neolitico medio (4000 a.C.).

Le attrazioni
Diverse le attrazioni che fanno sì che il centro storico del paese sia quasi sempre affollato. Da qualche tempo nei posti letto distribuiti tra l'agriturismo e i b&b (una cinquantina) si registra il tutto esaurito. Il paese immerso nel verde non ha fatto solo da scenario per il reality girato dalla televisiva olandese Rtl7, ma è anche punto di riferimento per l'escursionismo e le manifestazioni tradizionali. Le pareti rocciose del parco naturale (con servizi a misura di campeggiatore ed escursionista – e app per smartphone) consentono l'arrampicata sportiva a 1100 metri sul livello del mare con dieci percorsi verticali tra i 20 e i 60 metri. Le manifestazioni regalano appuntamenti giornalieri con eventi eccezionali e singolari. Come il tradizionale palio degli asinelli in scena a luglio proprio tra le strade del centro storico. O il campionato de s'Istrumpa, una lotta originaria della Sardegna oggi riconosciuta dal Coni.


Come arrivarci
Itinerario abbastanza semplice quando si parte dai dai centri principali e, soprattutto dai tre aeroporti. Con poco meno di due ore (passando per la statale 131) si arriva da Cagliari, se si parte da Sassari (o dal vicino aeroporto di Alghero) si impiega un'ora e mezza (statale 131). Chi arriva da Olbia e viaggia sulla statale 131 Dcn ci impiega un'ora e 40. Più breve il tragitto per chi arriva da Nuoro (trenta minuti sulla statale 389) e un'ora da Oristano (statale 131).

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti