Risorse

Oltre 3.400 donazioni col crowdfunding civico

di Alessia Maccaferri

default onloading pic
 Per bimbi e mamme

2' di lettura

In appena cinque mesi i milanesi- ma non solo - hanno donato oltre 277mila euro che hanno permesso a 11 progetti per la città di raggiungere già l’obiettivo di raccolta, fissato da Crowdfunding Civico.

Si tratta di una iniziativa , alla seconda edizione, promossa dall’Assessorato alle Politiche del Lavoro, Attività produttive e Commercio del Comune di Milano, cofinanziata dall’Unione Europea nell’ambito del Pon Metro Milano 2014-2020. Sulla piattaforma di crowdfunding Produzioni dal Basso vengono esposti progetti selezionati che vogliano offrire a Milano e ai suoi abitanti nuove opportunità per reinventare la città in un’ottica più partecipativa, favorendo l’inclusione sociale e la sensibilizzazione su argomenti di importanza sociale e culturale. Se i progetti raggiungono il 40% del budget tramite la raccolta fondi, saranno cofinanziati dal Comune di Milano per il restante 60%, sino a 60mila euro.

Loading...

La raccolta e la selezione dei progetti è proseguita tutto l’anno scorso e diverse idee hanno risposto ai nuovi bisogni emersi dalla pandemia. Tra i progetti finanziati, MadreProject la scuola per panificatori urbani a Chiaravalle, una parete di arrampicata sotto la ferrovia a Greco, il delivery etico di Dergano, il primo repair cafè di Milano alla Barona, uno spazio all’Isola che accoglie persone che lavorano con figli al seguito, una digital school a Corvetto.

Ora c’è tempo sino al 24 aprile per contribuire agli ultimi cinque. Si tratta di progetti per migliorare l’inclusione sportiva in zona 5, portato avanti dall’associazione Donna&Madre onlus; per servizio di babysitter e aiuto compiti da parte della Fondazione Arché per le famiglie più vulnerabili di Quarto Oggiaro; per una sperimentazione di tracciamento dei rifiuti collocando il primo dumpster in un condominio di Giambellino; per contribuire a una cascina al Parco Sud che ospiterà alloggi di housing sociale, ma anche aule per la formazione professionale delle persone più fragili; per un laboratorio di falegnameria, all’interno di Cascina Cuccagna, per favorire l’inserimento lavorativo di ragazzi stranieri.

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti