Quasi 4 milioni studenti in classe

Scuola, esordio senza problemi per la app di verifica Green pass

Ritorno in presenza per quelli che vivono in nove Regioni e una provincia autonoma. Ha debuttato la piattaforma a semafori per il controllo della certificazione verde, senza code

Bianchi: "Dal 13 settembre tutti a scuola in presenza"

4' di lettura

Si ritorna in classe in presenza, nella speranza di essersi lasciati definitivamente alle spalle l’esperienza della didattica a distanza. Questa mattina, lunedì 13 settembre, sono infatti rientrati a scuola oltre tre milioni e 800mila studenti (3.865.365). Sono quelli che vivono in nove Regioni ( Abruzzo, Basilicata, Emilia-Romagna, Lazio, Lombardia, Piemonte, Umbria, Veneto e Valle d’Aosta) e nella Provincia di Trento. Le lezioni erano già riprese il 6 settembre per gli studenti della Provincia di Bolzano, mentre inizieranno domani, martedì 14 settembre, per 192.252 alunni della Sardegna.

Il 15 settembre toccherà a 1.706.814 bambini e ragazzi delle Regioni Campania, Liguria, Marche, Molise e Toscana; il 16 settembre per 829.028 studenti del Friuli Venezia Giulia e della Sicilia. Gli ultimi a ritornare in classe saranno gli 813.853 alunni delle Regioni Calabria e Puglia, il 20 settembre.

Loading...

900 mila verifiche del Green pass dalle 7

Oggi è stata la “prima” della piattaforma a semafori predisposta dal ministero dell’Istruzione, da quello della Salute e dal Garante per la privacy che consente di verificare il possesso del Green pass da parte del personale scolastico (docenti e amministrativi) e dei genitori degli studenti che sono entrati negli istituti. La piattaforma per il controllo del Green pass nelle scuole «è attiva dalle 7 e ci sono state oltre 900mila verifiche. Se considerate che non tutto il Paese è partito, ma 4.500 scuole su 8.000, pensate che risultato straordinario che è», ha sottolineato il ministro dell’Istruzione Patrizio Bianchi, arrivando alle scuole primarie Carducci di Bologna per il primo giorno di scuola.

«Tutto ieri l’abbiamo provata un’ultima volta. Questo è un Paese che sa fare cose che funzionano, tutti me la stanno domandando in giro per l’Europa». Nel 95% dei casi il tempo di risposta del sistema è risultato essere in media di un secondo, secondo quanto reso noto da fonti del ministero. Ieri sera, tra le 18 e le 24, la piattaforma è stata aperta per una prova e hanno fatto accesso circa 3.800 scuole.

Per la Super App un esordio senza problemi a Milano e Roma

Prima campanella senza problemi per il momento nei licei di Milano all’esordio del green pass. I primi alunni hanno varcato le porte del liceo Parini e del Manzoni senza code o caos: ingressi dunque per ora regolari nei grandi istituti meneghini. Le entrate sono state scaglionate in diversi orari nel corso della mattinata anche per agevolare i controlli da parte del personale scolastico.

Anche a Roma i presidi hanno segnalato che non ci sono stati problemi. «Io gestisco delle chat con qualche migliaio di presidi, eravamo tutti molto dubbiosi e devo dire che invece le notizie che abbiamo a Roma e in altre grandi città sono abbastanza positive. La piattaforma ha funzionato bene», ha spiegato Mario Rusconi, presidente dell’Associazione Nazionale Presidi di Roma e del Lazio, intervenuto ai microfoni di Radio Cusano. «Non tutte le persone sono state caricate sulla piattaforma, anche perché alcune non sono ancora state assunte e saranno nominate in queste ore - ha continuato -. Quando le persone non sono caricate sulla piattaforma, la scuola ha comunque la possibilità di verificare il green pass tramite l’app che utilizzano anche i ristoratori. Comunque, incredibile ma vero, la piattaforma funziona». E il presidente dell’Associazione nazionale presidi, Antonello Giannelli ha confermato: «Il rientro a scuola sta andando bene, con qualche segnalazione qui e lì ma sono casi isolati, considerando che sono tornati in classe 4 milioni di studenti».

Sciopero Ata, anno non parte in istituto Piacenza

Lezioni invece sospese questa mattina alla scuola elementare e materna Mazzini di Piacenza, in centro città, poiché il personale Ata ha aderito in massa allo sciopero del sindacato Anief contro la richiesta del Green pass, rendendo impossibile l’avvio dell’anno scolastico nell’istituto primario. Le forze dell’ordine sono intervenute anche in una scuola media della città, l’Anna Frank, al suono della campanella. Un dipendente della scuola infatti, non aveva il passaporto sanitario anti-Covid divenuto obbligatorio per chi lavora nel settore della pubblica istruzione.

Bianchi, scuola straordinaria avventura, tutta Italia con noi

In occasione dell’avvio del nuovo anno scolastico il ministro ha registrato un messaggio video. «Bentornati. A voi, a tutti i vostri insegnanti, al personale e alle vostre famiglie, buon primo giorno di scuola. Tornare a scuola significa ritrovare gli amici, ritrovare gli spazi della nostra vita, tornare nel luogo degli affetti che poi rimarranno per tutta la vita. La scuola è la straordinaria avventura dell’imparare insieme, esplorare mondi nuovi e nuovi incontri - ha ricordato - È una parte importante del paese la scuola; tutto il paese oggi è con noi, la scuola è il cuore della nostra comunità».

Green pass: Bianchi, Cts su over 12? Vaglieremo col Governo

Se il Cts suggerisse di estendere il Green pass anche agli studenti over 12? «Quello che dice il Cts lo vaglieremo con il Governo», ha detto il ministro dell’Istruzione, a margine di uno degli eventi del G20 delle religioni in corso a Bologna.

Test salivari per scongiurare focolai, regioni in ordine sparso

Sui test salivari per individuare i casi di contagio e scongiurare focolai le Regioni procedono in ordine sparso. Il Veneto ha scelto i molecolari, mentre Campania e Lombardia stanno valutando se adottare questa strada, altre Regioni potrebbero invece preferire i test antigenici rapidi. Le Regioni hanno la facoltà di decidere in piena autonomia la strategia da adottare per individuare e bloccare sul nascere eventuali focolai, ma secondo alcuni esperti è fondamentale fare i conti con l’affidabilità e l’efficienza. I test più affidabili restano quelli molecolari che utilizzano il prelievo con il tampone naso-faringeo.

Scuola, tutti gli approfondimenti

La newsletter di Scuola+

Professionisti, dirigenti, docenti e non docenti, amministratori pubblici, operatori ma anche studenti e le loro famiglie possono informarsi attraverso Scuola+, la newsletter settimanale de Il Sole 24 Ore che mette al centro del sistema d'istruzione i suoi reali fruitori. La ricevi, ogni lunedì nel tuo inbox. Ecco come abbonarsi

Le guide e i data base

Come scegliere l’Università e i master? Ecco le guide a disposizione degli abbonati a Scuola+ o a 24+. Qui la guida all’università con le lauree del futuro e il database con tutti i corsi di laura

Lo speciale ITS

Il viaggio del Sole 24 Ore negli Its per scoprire come intrecciare al meglio la formazione con le opportunità di lavoro nei distretti produttivi delle eccellenze del made in Italy. Tutti i servizi

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti