Congo

Omicidio Attanasio, arrestati due uomini

A quasi un anno dall’agguato in cui l’ambasciatore ha perso la vita assieme all’autista e la scorta

Congo, assassinio Attanasio: polizia arresta presunti colpevoli

1' di lettura

Prima svolta nelle indagini per l’omicidio dell’ambasciatore Luca Attanasio nella Repubblica democratica del Congo. A quasi un anno dall’agguato in cui perse la vita insieme alla sua scorta Vittorio Iacovacci e all’autista Mustafa Milambo, la polizia del Nord Kivu ha annunciato l’arresto dei due presunti assassini del diplomatico ucciso il 22 febbraio. Avrebbero voluto rapirlo per chiedere un riscatto da un milione di dollari.

Gli arrestati fanno parte di un gruppo ribelle, i due sarebbero collegati all’assassinio ma non sono i primi sospettati ha precisato la polizia.

Loading...

I due uomini, che sono stati portati davanti al governatore militare della provincia dove sono stati messi di fronte anche ai giornalisti, apparentemente hanno pianificato un riscatto da un milione di dollari, sostengono le autorità.

Non è ancora chiaro quando l’arresto è avvenuto o inizierà il processo. Il capo dei sospettati si chiamerebbe Aspirant e rimane latitante, sostiene la polizia. Che ha presentato altri quattro uomini accusati di attacchi agli operatori umanitari nella regione.

L’Italia ha chiesto formalmente all’Onu l’apertura di un’inchiesta per accertare tra le altre cose se le condizioni di sicurezza Onu fossero sufficienti per la missione. L’Onu aveva risposto che la strada era stata liberata per il viaggio senza scorte di sicurezza o veicoli armati. Il convoglio viaggiava tra Goma e Rutshuru, dove l’ambasciatore doveva visitare una scuola per un progetto rivolto agli studenti.

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti