Canale di sicilia

Ondata di sbarchi, 4.500 persone salvate e sette cadaveri recuperati


default onloading pic
Migranti provenienti dalla Libia salvati dalla Guardia Costiera

2' di lettura

Il mare piatto sta favorendo massicce partenze di migranti dalle coste libiche. Ieri il Comando delle Capitanerie di porto ha coordinato 33 operazioni di soccorso nei confronti di imbarcazioni in difficoltà nel Canale di Sicilia: circa 4.500 le persone salvate. Ma c’è da registrare anche una nuova tragedia: un gommone si è sgonfiato al largo della Libia, sette cadaveri (anche quello di un bimbo di 8 anni) sono stati recuperati nel corso di un intervento delle navi delle ong Moas e Watch the Med e - fanno sapere da Moas - altri corpi sono in mare. Da ieri sera Phoenix, la nave di Moas, è circondata da 8 gommoni in difficoltà carichi di persone: oltre 450 sono state recuperate a bordo. Sei cadaveri sono stati trasferiti sulla nave Sea Eye di Watch the Med.

Lampedusa
A Lampedusa fra stanotte e stamattina sono stati soccorsi 4 barconi in difficoltà dalla nave “Chimera” della Marina militare italiana. Ieri sera, sull'isola, sono arrivati in 448: erano tutti su un barcone. Fra stanotte e stamattina si sono registrati, invece, tre sbarchi: prima 151 migranti, poi 121 ed infine 125. All'hotspot di contrada Imbriacola, al momento, ci sono 1.043 persone. I
migranti stanno tutti bene.

Sulcis
I migranti arrivano anche nel Sud Sardegna: fra ieri notte e questa mattina tre barchini hanno raggiunto il Sulcis, bloccati complessivamente 41 algerini.

A Reggio Calabria arrivati 649 persone da Subsahara, Bangladesh e Pakistan

Reggio Calabria
A Reggio Calabria sono invece giunti 649 migranti a bordo della nave “Vos Prudence” di Medici Senza Frontiere. In massima parte sono subsahariani, ma anche di origine asiatica, dal Pakistan e dal Bangladesh. Quasi in contemporanea, sul litorale di Melito Porto Salvo, sono sbarcati 89 profughi, molti dei quali di origine siriana.

I dati del Viminale
Sfiorano quota 27mila i migranti sbarcati in Italia nel 2017, il 35% in più rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, che alla fine fece registrare il record degli arrivi (181mila). Lo indicano i dati del Viminale aggiornati alla data di ieri. Bangladesh (3.521), Nigeria (3.397) e Guinea (3.320) le principali nazioni di provenienza dei migranti. I minori stranieri non accompagnati sono 3.557.

I richiedenti asilo ricollocati in altri Paesi secondo il programma della relocation
sono 4.438.
Nonostante il flusso continuo di sbarchi, cala il numero di
migranti ospitati nel sistema di accoglienza: sono 175.480 contro i 176.554 del 31 dicembre dello scorso anno.

Le principali presenze di registrano nelle strutture temporanee (137.957), mentre nel Sistema di accoglienza per richiedenti asilo sono ospitate 23.867 persone. La Lombardia è in testa tra le regioni con 23.700 stranieri in accoglienza, seguita dalla Campania (15.122) e dal Lazio (14.854).

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...