Economia e Beni culturali

Online l’ultima call di Europa Creativa (2014-2020)

“Support for European Cooperation Projects” è l'ultimo bando del programma dedicato a tutti gli ambiti del settore culturale e alla creazione di partenariati transnazionali. La scadenza per la candidatura il 27 novembre

di Roberta Capozucca


default onloading pic

3' di lettura

Dopo la pubblicazione dei bandi Media, ora è il turno del sottoprogramma Cultura che lancia l'ambitissima call “Support for European Cooperation Projects 2020” ( EACEA 32/2019 ), l'iniziativa che sostiene progetti di cooperazione transnazionale con l'obiettivo di rafforzare la capacità del settore di operare a livello internazionale, promuovendo la circolazione di opere culturali e l'accesso ai contenuti creativi. Alla base di questa linea di finanziamento, c'è un nuovo approccio politico che, anche a seguito dello European Year for Cultural Heritage 2018 , annovera la cultura tra gli strumenti strategici da utilizzare nella costruzione di una dimensione identitaria europea.
Si tratta di fatto dell'ultima call del Programma Europa Creativa (2014-2020) , che negli ultimi anni ha riscosso un incredibile successo per le poche restrizioni tematiche e progettuali richieste. Nel 2019 sono stati candidati 364 progetti , di cui 107 finanziati per un totale di 45.200.000 €; l'Italia si è distinta con ben 59 proposte presentate, risultando la nazione europea con il maggior numero di iniziative supportate (14) per un'erogazione totale di quasi 2.000.000 €. Per quest'edizione, il budget messo a disposizione aumenta fino a 48.444.567 € con una previsione di finanziamento di circa 100 iniziative; è necessario però ricordare che lo stanziamento può essere soggetto a revisioni dopo l'adozione del bilancio per l'annualità 2020. Come nelle precedenti call, il budget sarà distribuito per due categorie progettuali che si differenziano esclusivamente per il numero di partner europei coinvolti:
•Categoria 1 – “Progetti di cooperazione su piccola scala” ovvero progettualità che coinvolgono almeno tre partner europei provenienti da paesi diversi e che possono richiedere un contributo massimo di 200.000 € pari a non più del 60% dei costi totali ammissibili.
•Categoria 2 – “Progetti di cooperazione su larga scala” ovvero iniziative che coinvolgono almeno sei partner europei provenienti da paesi diversi e che possono richiedere un contributo massimo di 2.000.000 €, pari a non più del 50% dei costi totali ammissibili.

Il bando è rivolto a organizzazioni creative e culturali costituite almeno da due anni, attive negli Stati Membri dell'UE ( qui la lista dei paesi ammissibili) e che lavorano in qualsiasi ambito del settore culturale: dalle arti visive, alla danza, al teatro, alla letteratura, alla performance, alla musica, al patrimonio, all'architettura, al design, al circo, al festival, all'artigianato e alla moda; ciò include anche istituti di istruzione superiore, autorità locali, imprese sociali, enti di beneficenza e aziende che operano nei settori culturali e creativi. In questa edizione non saranno, invece, ammessi quegli enti o progetti che operano nell'ambito dell'audiovisivo, a meno che non siano di supporto ad altre attività culturali. Gli enti proponenti dovranno lavorare su almeno una delle priorità previste dalle linee guida : promuovere la mobilità transnazionale di artisti e/o operatori culturali e creativi, facilitare l'accesso alle opere culturali e creative con un focus su bambini, giovani, persone con disabilità e gruppi sottorappresentati, ottimizzare le competenze professionali degli operatori culturali attraverso lo sviluppo di nuove abilità per facilitare il loro accesso a opportunità internazionali di carriera. Tra le novità di questa edizione in fatto di priorità strategiche, l'Agenzia Esecutiva per l'Istruzione, gli Audiovisivi e la Cultura (EACEA) invita i soggetti proponenti a presentare iniziative rivolte all'integrazione sociale dei migranti e dei rifugiati e progetti che esplorino l'eredità dell' Anno europeo del patrimonio culturale (EYCH 2018) con il fine di rafforzare il senso di appartenenza allo spazio comune Europeo.
La scadenza per la presentazione delle candidature è il 27 novembre 2019. Maggiori informazioni sul bando e sulle modalità di partecipazione a questo sito: https://eacea.ec.europa.eu/creative-europe/funding/support-european-cooperation-projects-2020_en

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...