Medio Oriente e Africa

Onu: a Mosul strage di civili, 163 uccisi in un giorno


default onloading pic
Soldato iracheno nel quartiere al-Zanjili a Mosul (Reuters)

1' di lettura

L'Alto commissario Onu per i diritti umani, Zeid Ra'ad Al Hussein, ha accusato l'Isis di aver ucciso in un solo giorno 163 persone che il 1 giugno scorso tentavano di fuggire da Mosul, dove è in corso una vasta offensiva contro lo Stato islamico. «La brutalità di Daesh non ha limiti. Ieri, il mio staff mi ha riferito di corpi di uomini, donne e bambini che ancora giacciono per le strade del quartiere al-Shira, nella parte occidentale di Mosul, dopo che 163 persone sono state uccise da Daesh il primo giugno per impedire loro di fuggire», ha detto Zeid.

Zeid è intervenuto davanti al Consiglio Onu per i diritti umani riunito in sessione a Ginevra. «Il mio staff ha inoltre ricevuto segnalazioni di persone scomparse da questo quartiere», ha aggiunto l'Alto commissario Onu per i diritti umani.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...