GRUPPO PSA

Opel, piano di esuberi per 4.100 lavoratori in Germania


default onloading pic
(EPA)

1' di lettura

Il salvataggio di Opel da parte di Psa, ha portato a un aumento dei volume e dell’offerta ma dall’altra impone altri tagli occupazionali in Germania. La casa del lampo infatti ha annunciato in una nota che “sarà riaperto il programma di congedo volontario per gli impiegati di Ruesselheim, Eisenach e Kaiserslautern” in Germania. Il programma sarà “limitato ad un massimo di 2100 posizioni” di lavoratori nati dopo il 1963, precisa l'azienda con sede in Germania sul suo sito internet.

Inoltre, la casa automobilistica emtrata due anni nel gruppo Peugeot, Citroën e Ds ha concordato con i rappresentanti del lavoro di avere la possibilità di tagliare altre 2.000 posizioni in due tranche fino al 2029

Il programma di congedo volontario significa che lavoratori e datore di lavoro devono arrivare ad un accordo reciproco”, si specifica nella nota.

Inoltre è stato confermato che lo storico stabilimento Ruesselheim ospiterà la produzione della nuova generazione della Opel Astra a 5 porte a partire dal 2021 e la station wagon a partire dal 2022

Per approfondire:
Nuova Opel Corsa, l'abbiamo guidata. Ecco come va

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...