servizi

Ora Airbnb pensa a una compagnia aerea

di Mara Monti


default onloading pic

1' di lettura

Se Ryanair lancia le stanze low cost, perché un network leader della sharing room come Airbnb non potrebbe lanciare una propria compagnia aerea? È quello che probabilmente si è chiesto il numero uno e fondatore della piattaforma, Brian Chesky che in una intervista al Sunday Times ha dichiarato: «Stiamo prendendo seriamente in considerazione e speso molto tempo ad esplorare diversi concetti sul mondo del trasporto aereo perché vogliamo entrare nel business end-to-end dei viaggi dei nostri clienti». L’idea di una compagnia aerea della piattaforma più famosa al mondo arriva a 10 anni dalla sua fondazione e dopo avere raggiunto il target di 300 milioni di persone ad avere usufruito del servizio. Airbnb oggi è presente in 192 paesi, ha un fatturato di circa 4 miliardi di dollari ed è valutata oltre 31 miliardi di dollari. In attesa del “decollo”, si è buttato su nuovi business come le case di lusso, con Airbnb plus, i boutique hotel, senza dimenticare i servizi per i viaggiatori d’affari. L’obiettivo è arrivare entro il 2028 a un miliardo di arrivi, con o senza ali.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...