Ora Legale

My24

Notizie ItaliaAnche a Ivrea c'è il pizzo dei calabresi, ma gli imprenditori si ribellano

Il dossier contiene (none) articoli
Torna alla home del dossier

Anche a Ivrea c'è il pizzo dei calabresi, ma gli imprenditori si ribellano

Ivrea, piazza Castello. (Marka)Ivrea, piazza Castello. (Marka)

La storia odierna ruota intorno alla figura di Nicodemo Ciccia, originario di Mammola, 42 anni ma da tempo residente a Favria, nella cintura torinese.
Si propone alla Giustizia come collaboratore ma, intanto, ha un passato e un presente tutto da raccontare.
Il passato dice che è stato arrestato nel 2011 nell'ambito dell'inchiesta Minotauro, sulle infiltrazione della criminalità calabrese nel torinese. Aveva evitato il processo già dall'inizio, patteggiando la pena: un anno e 11 mesi. Per gli inquirenti è stato affiliato all'ndrangheta con la dote di "vangelo" e ha fatto parte della "locale" piemontese (vale a dire una cellula formata di almeno 50 persone) di Cuorgnè, uomo di fiducia di Bruno Iaria, originario di Condofuri, condannato a 13 anni e sei mesi.

E' l'imputato del processo Minotauro a cui è stata inflitta la pena più alta tra i 73 che hanno scelto il rito abbreviato.
Il presente dice, invece, che Ciccia si dichiara pentito da settembre – quando comincia a collaborare con i pm della Dda di Torino Roberto Sparagna, Monica Abbatecola e Giuseppe Riccaboni – ma intanto a fine ottobre i Carabinieri della compagnia di Ivrea (Torino) hanno messo le manette a lui e ad alcuni suoi complici con l'accusa di estorsione, rapina e danneggiamento ai danni di un imprenditore canavesano. Le indagini sono partite dopo la precedente denuncia dell'imprenditore. Dopo averlo rapinato in casa, secondo l'accusa che dovrà ora passare al vaglio di un eventuale processo, di circa tremila euro di bottino, gli avrebbero chiesto 200mila euro da consegnare in Liguria.

L'imprenditore non si è presentato – nel frattempo un capannone gli era andato a fuoco - e si è rivolto ai Carabinieri di Ivrea. Gli estorsori sono stati arrestati dai carabinieri mentre incassavano i soldi del pizzo.
L'inchiesta è stata coordinata dai pm Roberto Sparagna di Torino e da Ruggero Mauro Crupi, della procura di Ivrea.
«Le indagini – ha spiegato l'Arma in conferenza stampa - sono state condotte dal Nucleo operativo e radiomobile dal mese di luglio a ottobre ed hanno consentito di raccogliere ulteriori e consistenti elementi di prova sia a carico di …omissis… che da un anno era stato assunto dalla ditta della vittima ed è poi risultato l'ideatore e promotore degli episodi delittuosi, sia di…omissis….che aveva effettuato le telefonate estorsive e aveva preso parte ai danneggiamenti».

Già nel 2008 l'ex comandante dei carabinieri di Ivrea, il capitano Simone Martano, volato poi a Sassari nel 2011, si espresse chiaramente nel corso di un convegno organizzato dall'Associazione dei commercianti Ascom: «Davanti ad esplicite richieste di soldi, qualcuno tra voi ha preferito tacere. Ha preferito pagare invece di venire a parlare con le forze dell'ordine. E' vero che il nostro territorio è ancora un'isola felice se paragonato ad altre realtà del torinese, ma non basta per porci al riparo da questo tipo di fenomeni criminali. Perché lì dove si ha paura e non si collabora arriva il racket. Lo sappiamo che alcuni hanno preferito sottacere, anche perché si trattava di piccole richieste: poche decine di euro o qualche consumazione gratuita. Però è proprio questo che dobbiamo evitare se vogliamo mantenere questo territorio pulito. Perché se diamo spazio ai piccoli ricattatori, porgiamo il fianco alla grande criminalità, a chi del racket ne fa una vera industria».
Cinque anni dopo, anche alla luce della brutta piega che la criminalità organizzata sta prendendo nell'area, c'è chi ha il coraggio di denunciare.
r.galullo@ilsole24ore.com

Commenta la notizia

Shopping24

Dai nostri archivi

Altri Dossier Raccomandati

Dossier Dossier

Leggi di più
Dossier Rapporto Puglia

Rapporto Puglia

Leggi di più
Dossier

Più start-up con il Sole

Leggi di più
(Afp) (robertharding)
Dossier I Panama Papers

I Panama Papers

Leggi di più
Dossier Lettera al risparmiatore

Lettera al risparmiatore

Leggi di più
Dossier

AUTORI_LE STRADE DELLA...

Leggi di più
Dossier Rapporto Food & Wine

Foof & Wine

Leggi di più
Dossier

I 150 anni del Sole 24...

Leggi di più
 (Alamy Stock Photo)
Dossier

Franchising

Leggi di più
Dossier Il tesoro in soffitta

Il Tesoro in Soffitta

Leggi di più