ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùGestione delle risorse umane

Orario di lavoro, nel post pandemia sono sempre più le persone a volerlo scegliere

Secondo una ricerca di Manpower e Thrive per gli italiani la flessibilità è l’aspetto più importante del lavoro: uno su 2 vuole scegliere inizio e fine, mentre quasi uno su 5 vorrebbe la settimana di 4 giorni, con riduzione della busta paga

di Cristina Casadei

3' di lettura

«Le tensioni degli ultimi due anni ci hanno costretti a riflettere su ciò a cui diamo veramente valore e abbiamo l’opportunità, unica per questa generazione, di ripensare il nostro modo di lavorare e di vivere». A dirlo è Arianna Huffington, fondatrice e ceo di Thrive, la società che si occupa di soluzioni tecnologiche per il cambiamento dei comportamenti. «Eravamo nel bel mezzo di un’epidemia globale da stress e burnout già prima del Covid - precisa Huffington -. Poi è arrivata la pandemia e il benessere e la resilienza delle persone sono entrati nell’agenda delle aziende di tutto il mondo». Il grande cambiamento sul fronte datoriale sta nella maggiore consapevolezza da parte delle imprese della «connessione diretta tra la salute a lungo termine dei profitti e la salute delle loro persone».

La flessibilità importante per il 96% dei lavoratori

Nella transizione dall’emergenza sanitaria a una nuova normalità segnata da comportamenti più attenti alla salute da parte di tutti, i lavoratori hanno sempre più certezza del fatto che la flessibilità è un tema sempre più importante perché aiuta il benessere lavorativo ma anche quello personale. Di riflesso diventano importanti anche il rapporto fiduciario e il purpose aziendale. ManpowerGroup e Thrive hanno sentito 5mila lavoratori in cinque paesi, Australia, Francia, Regno Unito, Stati Uniti e Italia dove gli intervistati sono stati mille. Nel nostro paese il 96% considera la flessibilità importante, pur con sfumature diverse. C’è chi (il 51%) la lega all’orario di lavoro e alla possibilità di scegliere inizio e fine, chi (il 17%) vorrebbe lavorare 4 giorni alla settimana e per farlo è disposto a rinunciare a un giorno di stipendio. Se questi sono i nuovi bisogni dei lavoratori, la loro gestione diventa sempre più complicata.

Loading...

La pandemia ha accelerato il cambiamento

«In questi anni sono cambiate profondamente le esigenze e le richieste delle persone nel mondo del lavoro. La pandemia ha accelerato i cambiamenti contribuendo a mettere al centro il benessere delle persone, in Italia come nel resto del mondo», interpreta Anna Gionfriddo, amministratrice delegata di ManpowerGroup Italia. Tutto questo si innesta su «un fattore chiave nel mercato del lavoro odierno, ovvero la scarsità dei talenti: nel nostro Paese i datori di lavoro prevedono assunzioni in crescita del +23% per il terzo trimestre di quest’anno, ma a tale dato si contrappone una sempre maggiore difficoltà a trovare i talenti necessari, come riportano quasi tre aziende su quattro. In questo contesto, l’attenzione verso le necessità e i bisogni delle persone, fuori e dentro il luogo di lavoro, da parte dei leader d’azienda, assume una rilevanza fondamentale per trattenere i migliori talenti, attirarne di nuovi e crescere con essi».

Cresce il rapporto fiduciario

La flessibilità porta con sé la crescente importanza della fiducia, tra colleghi e con i capi, che è considerata importante dall’82% dei lavoratori italiani. E viene prima dell’equità della retribuzione (88%), della sicurezza delle condizioni di lavoro (87%), mentre la fiducia nei leader è stata giudicata un requisito necessario da più di due terzi degli intervistati (69%). Allo stesso modo acquista rilievo il purpose, perché le persone dicono (69%9 di voler lavorare in aziende di cui condividono valori e convinzioni e nel 73% cercano un significato personale nel proprio lavoro. Sono risposte che aprono una riflessione sul lavoro da fare nella gestione delle risorse umane per creare il clima e l’ambiente di lavoro nel quale le persone si sentono meglio e possono essere più produttive.

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti