ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùCrisi di domanda

Ordini in discesa, Samsung accusa il primo calo degli utili dal 2019

Il sentiment dei consumatori si è rapidamente deteriorato con la guerra in Ucraina e i prezzi del gas e gli acquirenti di memorie come i produttori di Pc hanno ridotto gli ordini e stanno utilizzando le scorte esistenti

di R.Fi.

La sede di Samsung a Seul (Afp)

2' di lettura

Il colosso coreano Samsung Electronics ha registrato un calo degli utili per la prima volta dalla fine del 2019 mentre l’industria dei chip di memoria punta verso una forte flessione.
L’utile operativo è sceso a 10,8 trilioni di won (7,7 miliardi di dollari) per i tre mesi terminati a settembre, ha affermato venerdì in una nota la più grande azienda della Corea del Sud. Gli analisti avevano stimato in media 12,1 trilioni di won. Anche le vendite hanno mancato le stime, arrivando a 76 trilioni di won. Samsung, il cui titolo registra una caduta del 28% da inizio d’anno, fornirà l’utile netto e i dettagli delle prestazioni della divisione con il suo rapporto completo alla fine di questo mese.

I produttori globali di chip di memoria hanno avvertito nelle ultime settimane che stanno affrontando un mercato più difficile poiché le scorte si accumulano e gli ordini vengono tagliati dai data center e dai clienti al dettaglio: la domanda di Pc e smartphone si è indebolita più del previsto.

Loading...

Le entrate di Samsung da chip DRAM e NAND potrebbero indebolirsi nel 3° e 4° trimestre dopo che società come Micron e Kioxia hanno segnalato un indebolimento delle vendite e delle prospettive e tagli alla produzione di fabbrica. A meno che non ci sia una ripresa della domanda di smartphone e Pc, è probabile che Samsung riduca gli investimenti nel 2023.

L’improvviso crollo del mercato delle memorie arriva dopo una serie di shock macroeconomici che vanno dall’invasione russa dell’Ucraina all’aumento dell’inflazione e dei prezzi del gas insieme agli aumenti dei tassi della Fed statunitense. Il sentiment dei consumatori si è rapidamente deteriorato e gli acquirenti di memorie come i produttori di Pc hanno ridotto gli ordini e stanno utilizzando le scorte esistenti.

Kyung Kyehyun, capo del settore dei chip di Samsung, ha affermato che è improbabile che il mercato delle memorie trovi lo slancio per una ripresa durante il 2023. Kyung ha detto ai dipendenti in un evento interno che Samsung ha ridotto del 32% le sue indicazioni per le vendite di chip nella seconda metà di quest’anno rispetto alle previsioni di aprile, secondo il Korea Economic Daily. «A causa della domanda estremamente debole, i clienti hanno iniziato a ridurre le scorte dalla fine del secondo trimestre 2022», ha affermato Song Myung-sup, analista di HI Investment & Securities, osservando che i prezzi di DRAM e NAND sono diminuiti del 15% nel terzo trimestre. «Con l’eccezione di alcune grandi società tecnologiche, i clienti stanno tagliando i loro ordini di chip nonostante i forti tagli dei prezzi». Samsung avverte che l’industria dei chip si avvierà verso una conclusione del 2022 molto complicata.

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti