ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùOrientagiovani 2021 di Confindustria

Stem e arte insieme già alla scuola media per creare nuove competenze

Se ne parlerà il 27 maggio durante la Giornata nazionale Orientagiovani di Confindustria. Sul tavolo la proposta di uno «Steam space» in tutte le scuole

di Eugenio Bruno e Claudio Tucci

Scuola, Bianchi: massicci investimenti su tempo pieno e al Sud

2' di lettura

Tecnica e arte assieme già dalle scuole medie. Per proseguire negli step successivi, e indirizzare così quanti più studenti - e soprattutto studentesse - verso quelle competenze, multidisciplinari e creative, sempre più strategiche per made in Italy e manifattura. La sfida passerà anche per gli «Steam Space» - dove l’acronimo inglese Stem (Scienza, tecnologia, ingegneria, matematica) acquista la “a” di arte - che, secondo Confindustria, possono rappresentare «il rinascimento della scuola italiana».
Si tratta di un concept dello spazio scolastico che, utilizzando le tecnologie abilitanti, mira a promuovere metodologie didattiche all’avanguardia che orientino gli alunni verso una formazione aperta a imprese e territorio, e al tempo stesso utile a formare insegnanti 4.0. Per viale dell’Astronomia, a regime, servirà uno “Steam Space” in tutte le 7.239 scuole medie italiane per circa 1,7 milioni di studenti e quasi 200mila professori, e un costo complessivo di un paio di miliardi, che potrebbero arrivare dai fondi Ue del Recovery Plan.

Orientagiovani 2021

Dell’importanza delle competenze Steam si parlerà con i diretti interessati (studenti, insegnanti, genitori e imprese) giovedì 27 maggio alla 27esima Giornata nazionale dell’Orientagiovani, la manifestazione che ogni anno Confindustria dedica al confronto tra imprenditori, scuola e famiglie, con l’obiettivo di avvicinare le nuove generazioni all'industria manifatturiera. «È urgente promuovere tra i giovani le competenze Steam quali competenze fondamentali per l’occupabilità in un’industria sempre più tecnologica ma anche sempre più creativa e multidisciplinare - spiega Gianni Brugnoli, vice presidente di Confindustria per il Capitale umano. -. Queste competenze vanno acquisite in luoghi d’apprendimento adeguati, da qui l’idea degli Steam Space, che potrebbero cambiare concretamente il volto della nostra scuola. Del resto, l’Italia presenta una situazione critica sul fronte edilizia scolastica (il 44% degli edifici è vecchio e non è a norma antisismica, ndr), e le sperimentazioni fisico-didattiche non decollano. A differenza di paesi come Francia, Finlandia, Paesi Bassi, dove le innovazioni didattiche non prescindono dall’innovazione degli spazi fisici».

Loading...

Il gender gap nelle materie scientifiche

Per integrare competenze tecnico-scientifiche e competenze umanistiche c’è molto lavoro da fare. Sul fronte Stem, infatti, se è vero che gli iscritti del 2020/21 alle 65 classi di laurea in ambito tecnico-scientifico aumentano è altrettanto vero che la crescita, specie tra le ragazze, è troppo lenta. Considerando che con il nostro 24,7% di laureati Stem (ma appena 16,2% di laureate) nella fascia 25-34 anni, siamo sopra al Regno Unito (23,2%) ma restiamo comunque sotto alla Francia (26,8%), alla Spagna (27,5%) e alla Germania (32,2%). Eppure, il tasso di occupazione per i dottori Stem è elevatissimo, intorno al 90%; e anche per quanto riguarda i diplomati Its (qui il punto è che c’è ancora difficoltà di reperimento soprattutto perché mancano candidati).

Il disegno industriale come sintesi di tecnica e arte

C’è poi la “a” di arte, cioè l’attività creativa che è già insita nelle imprese. Secondo gli ultimi dati disponibili nel database Eurostat, i disegni industriali registrati sono oltre 70mila. L’Italia è, dopo la Germania, il principale paese europeo sia per numero di disegni registrati (quasi 10mila nel 2016), sia per le nuove domande di registrazione, con una quota sul totale Ue salita dal 12,5% nel 2007 fino al 15,9% nel 2016. Una conferma ulteriore del fatto che nella realtà tecnica e arte viaggiano già insieme. Adesso tocca alle scuole, a partire dalle medie.

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti