Lavoro

Orlando: contrattazione di Poste modello su giovani e donne

La società è allineata con le clausole del Pnrr sulla parità di genere. Dei 120mila addetti oltre la metà sono donne, mentre 9mila hanno meno di 30 anni

di Cristina Casadei

(IMAGOECONOMICA)

2' di lettura

Se le aziende che parteciperanno ai progetti del Piano nazionale di ripresa e resilienza dovranno avere fatto passi importanti nella direzione della diversity, per esempio sul gender gap, Poste Italiane si colloca tra i soggetti che già nella fase pre pandemia aveva raggiunto il traguardo dell’inclusione, confermato e valorizzato anche nel nuovo contratto siglato lo scorso giugno che, tra l’altro, ha previsto un aumento di 110 euro a regime. Il ministro del Lavoro, Andrea Orlando, ieri, intervenendo al TgPoste, ha osservato che la società è «tra i soggetti che ha realizzato un modello di relazioni industriali tra i più avanzati, con forme di contratto integrativo che affronta anche temi come welfare, previdenza integrativa, tutti elementi che a mio avviso segnano una strada che deve essere percorsa anche da altre imprese».

Il primo datore di lavoro del Paese ha oggi oltre 120mila dipendenti di cui oltre la metà donna e circa 9.000 under 30, numeri che allineano la società a quanto previsto dalle misure contenute nel Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza per l’inclusione delle donne e degli under 30. A questo proposito Orlando ha ricordato che nel Pnrr «abbiamo voluto una clausola che impegni le imprese coinvolte nella realizzazione del Piano ad assumere almeno il 30% di donne e di giovani. Abbiamo introdotto un fondo per la parità salariale tra i generi, sono state notificate alla Commissione europea le procedure necessarie per avviare gli sgravi fiscali per le assunzioni di under 30 e di donne, una gamma di interventi che spinge nella direzione di una maggior occupabilità dei lavoratori che sono stati espulsi in larga parte dal mercato del lavoro durante la pandemia».

Loading...
Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti