Oscar 2021

Oscar 2021: pronostici e favoriti della notte più attesa dell’anno

Una panoramica su chi parte in prima fila nella conquista delle statuette più importanti dell’universo cinematografico

di Stefano Biolchini e Andrea Chimento

Il film rivelazione "Minari" 6 nomination a Oscar e il 26 in sala

3' di lettura

Si sta per alzare il sipario sulla cerimonia più attesa dell'anno: aspettando di conoscere i vincitori ufficiali nella notte tra domenica e lunedì, in tutto il mondo impazzano pronostici e indiscrezioni sui candidati alle statuette più ambite dell'universo cinematografico.
Per la conquista dell'Oscar più importante, quello al miglior film, in pole position parte senza dubbio «Nomadland», il titolo più premiato dell'anno che, a cominciare dalla vittoria del Leone d'oro alla Mostra del Cinema di Venezia, ha già ottenuto moltissimi riconoscimenti: l'Oscar sarebbe davvero la ciliegina sulla torta. I titoli che potrebbero insidiarlo sono probabilmente «Minari» e «Il processo ai Chicago 7», ma un loro successo sarebbe davvero una sorpresa.

Chloé Zhao, regista di «Nomadland», dovrebbe inoltre trionfare nella sua categoria, diventando la seconda donna a conquistare l'ambita statuetta come miglior regista dopo Kathryn Bigelow per «The Hurt Locker».

Loading...

Attrici e attori
La sfida più avvincente delle categorie attoriali è quella per il titolo di miglior attrice protagonista, con Carey Mulligan («Una donna promettente») leggermente avanti nei pronostici rispetto a Viola Davis («Ma Rainey's Black Bottom»), ma senza dimenticare un'altra grande interprete come Frances McDormand («Nomadland»).Nel gruppo del miglior attore protagonista ci sono state tre prove eccellenti: Gary Oldman per «Mank», Anthony Hopkins per «The Father» e Chadwick Boseman per «Ma Rainey's Black Bottom». L'Oscar dovrebbe andare postumo proprio a quest'ultimo: Boseman, scomparso lo scorso agosto al termine di una lunga malattia, ha regalato una performance memorabile nel suo ultimo film, una prova dolorosa e di grandissima intensità, che merita la statuetta.Tra i non protagonisti, i grandi favoriti sono l'inglese Daniel Kaluuya per «Judas and the Black Messiah» e la coreana Yon Yuh-jung per «Minari».

Film d'animazione, film internazionale e miglior documentario
Sembra scontata la vittoria di «Soul» della Pixar nella categoria come miglior lungometraggio d'animazione e il film dovrebbe portarsi a casa anche l'Oscar per la miglior colonna sonora.Altrettanto prevedibile il trionfo del danese «Un altro giro» di Thomas Vinterberg come miglior film internazionale.Più movimentata è invece la sfida per il miglior documentario: sembra un testa a testa tra due lungometraggi toccanti come «Il mio amico in fondo al mare» e «Time», ma attenzione all'impegnato film rumeno «Collective», candidato inoltre tra i titoli internazionali.

Altri prem i
Se per la miglior sceneggiatura non originale dovrebbe avere la meglio «Nomadland» (che potrebbe vincere anche per la miglior fotografia), per il miglior copione originale si può puntare su «Una donna promettente», ma altrettanto forte è «Il processo ai Chicago 7», senza dimenticare «Minari».La sorpresa «Sound of Metal» punta invece al miglior sonoro e al miglior montaggio, mentre il bellissimo «Mank» di David Fincher al miglior production design.I fan di Christopher Nolan, invece, si augurano che «Tenet» possa entrare tra i premiati almeno con la statuetta ai migliori effetti speciali.

Gli italiani

L'Italia spera soprattutto per la miglior canzone originale, «Io sì» del film di Edoardo Ponti «La vita davanti a sé», cantata da Laura Pausini. La vittoria ai Golden Globe può far sperare, ma il principale favorito sembra essere il film «Quella notte a Miami» con la canzone «Speak Now».«Pinocchio» di Matteo Garrone ha ottenuto due nomination: migliori costumi e miglior trucco. Ci sono più speranze nella seconda categoria, ma in entrambi i casi dovrà superare la concorrenza del già citato «Ma Rainey's Black Bottom».


Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti