dopo la sparatoria di sabato

Ostia, Minniti: la libereremo dalla mafia. Oggi vertice prefetto-questore

di Redazione online


default onloading pic
(ANSA)

2' di lettura

«Non possiamo consentire che il litorale della capitale del nostro Paese possa essere condizionato dalle mafie», «Il tema della liberazione di Ostia dalla mafia sarà irrinunciabile». Lo ha assicurato ieri il ministro dell'Interno, Marco Minniti, dopo che ieri sera sono stati esplosi alcuni colpi di pistola contro la porta di casa di un componente della famiglia Spada. «Bene Minniti, istituzioni unite contro la mafia», ha twittato la sindaca di Roma Virginia Raggi. La strategia per aumentare la presenza delle forze dell'ordine sul litorale romano prevede per oggi un colloquio tra il prefetto di Roma, Paola Basilone, e il questore, Guido Marino. Mentre nei prossimi giorni, come annunciato dalla sindaca Raggi, sarà convocata una riunione del comitato per l'ordine e la sicurezza pubblica per valutare la possibilità di rafforzare i presidi su Ostia.

Probabile guerra fra clan rivali
Sabato sera sono stati sparati cinque colpi contro la porta della casa di Silvano Spada, cugino di Roberto, finito in carcere di massima sicurezza in Friuli per la violenza con metodo mafioso su Daniele Piervincenzi ed Edoardo Anselmi. Nessuno é rimasto ferito, Spada non era in casa. Poco dopo colpi di spranga, calci e pugni sulla porta di casa di Giuliano Spada, fratello di Silvano. Dopo la duplice gambizzazione in pizzeria di giovedì scorso, l'ipotesi è quella di una ritorsione e di un conflitto con la famiglia Fasciani, un tempo alleata.

Minniti: saremo duri e intransigenti
A Ostia «ci giochiamo un pezzo della sovranità del nostro Paese - ha detto Minniti -. Quello che sta avvenendo non è tollerabile in una democrazia». Per questo «saremo duri e intransigenti». Il ministro ha rilevato quanto sia «stato importante che nel momento in cui c'è stata quella vicenda dell'attacco alla troupe giornalistica, la risposta delle istituzioni, della magistratura, dello Stato sia stata forte e immediata».

Raggi: uniti contro mafia
«#FuoriLaMafiaDaRoma. Bene Minniti su Ostia. Istituzioni unite sono risposta a malavita. Siamo con cittadini, non ci facciamo intimidire da minoranza mafiosa». Così ha twittato la sindaca Raggi dopo il nuovo episodio di violenza a Ostia e l'annuncio della linea dura da parte di Minniti. Annunciando la prossima convocazione del comitato per l'ordine e la sicurezza, Raggi ha detto che « è necessario che tutte le forze dell'ordine e se serve anche l'esercito siano presenti a presidiare un municipio di Roma che è grande come una media città e dove sembra che le guerre tra clan stiano ricominciando».

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...