covid-19

Oxford: via ai test per combinare i vaccini AstraZeneca e Pfizer

Al via un trial dell’Università di Oxford che coinvolgerà 800 persone e che utilizzerà AstraZeneca e Pfizer. L’obiettivo è verificare se l’efficacia sia maggiore o minore. Primi risultati in estate

di Redazione Esteri

Il Regno Unito supera la soglia dei 100.000 morti di Covid-19

Al via un trial dell’Università di Oxford che coinvolgerà 800 persone e che utilizzerà AstraZeneca e Pfizer. L’obiettivo è verificare se l’efficacia sia maggiore o minore. Primi risultati in estate


1' di lettura

In Gran Bretagna è in corso un trial su 800 persone per verificare l’efficacia dell’immunizzazione realizzata con dosi di differenti vaccini: la prima di AstraZeneca e la seconda di Pfizer, o viceversa. «Si tratta di un’importante sperimentazione» ha detto il segretario di Stato per il Programma vaccinale, Nadhim Zahawi.

In alcuni programmi, sottolineano gli scienziati, la combinazione di vaccini diversi si è dimostrata persino più efficace, come per esempio nel caso dell’Ebola. Attualmente, invece, le linee guida del Governo prevedono che sia somminstrato lo stesso vaccino in entrambe le dosi.

Loading...

Il trial comincerà all’Università di Oxford e riguarderà oltre 800 volontari si età superiore ai 50 anni in Inghilterra. Per il momento il mix sarà tra AstraZeneca e Pfizer-BioNTech, il primo “tradizionale”, il secondo basato sulla tecnica dell’Rna messaggero, somministrati a quattro o a dodici settimane di distanza l’uno dall’altro. Altri vaccini potranno aggiungersi quando approvati dalle autorità regolatorie. Il sottosegretario Zahawi ha detto che la task force governativa ha contribuito con 7 milioni di sterline al finanziamento dello studio e che i risultati non saranno resi pubblici prima dell’estate.

Superare la scarsa disponibilità di vaccini
Il trial serve in primo luogo a superare i problemi legati alla scarsa disponibilità di vaccini ma, secondo i promotori, potrebbe anche rivelare una maggiore efficacia della combinazione dei prodotti. AstraZeneca e Pfizer verranno inoculati ai volontari con due intervalli tra le dosi e in ordine diverso. Il reclutamento dei volontari inzierà questa settimana. Alla guida del trial c’è Matthew Snape, dell’Università Oxford, e i primi dati sono attesi per il mese di giugno.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti