Digital payments

PagoPA, con PayPal rateizzate imposte e multe

La piattaforma di pagamento introduce la formula del “buy now pay later” per i pagamenti verso la Pubblica amministrazione in tre rate

di Pierangelo Soldavini

Ap

1' di lettura

PagoPA è diventata la nuova frontiera della sfida sui pagamenti digitali. Oggi è PayPal ad annunciare l’introduzione del “buy now pay later”, la formula di rateazione al momento del checkout, per quanto riguarda i pagamenti alla Pubblica amministrazione.

Qualsiasi pagamento, dalla multa alla mensa scolastica, dalle imposte alla retta della scuola materna o dell'asilo nido fino ai contributi previdenziali, potrà essere diluita in tre rate al momento del checkout, per qualsiasi cifra tra 30 e 2mila euro, senza interessi, né tariffe.

Loading...

Nella rateazione è compresa anche la fee applicata dal payment service provider (PayTipper o Intesa Sanpaolo nel caso di PayPal). Al momento del pagamento, se lo si sceglie com sistema per la transazione si viene dirottati sul proprio wallet digitale PayPal, dove si può attivare l’opzione “pagamento in tre rate”.

L'accesso al servizio di Bnpl è soggetto all'approvazione da parte della stessa PayPal sulla base della valutazione del merito creditizio del singolo, che avviene in maniera istantanea.

«Negli ultimi tre anni abbiamo assistito a una crescente adozione dei pagamenti online per le bollette, il bollo auto, la pubblica amministrazione. Consentire ai cittadini una maggiore flessibilità e scelta per le proprie spese quotidiane, mette in luce la nostra missione di democratizzare i servizi finanziari», spiega Maria Teresa Minotti, country director di PayPal Italia.

A febbraio Revolut ha lanciato il guanto di sfida su PagoPA azzerando per i propri utenti le commissioni solitamente applicate, che vanno da un euro fino a oltre due euro per singola transazione.

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti