ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùTurismo in fase 3

Palermo rilancia i siti culturali con RestART

Da venerdì 3 luglio e per tutti i weekend fino alla fine d’agosto visite in notturna per far ripartire in sicurezza il turismo culturale nel capoluogo siciliano

di Nino Amadore

default onloading pic
Orto botanico in notturna

Da venerdì 3 luglio e per tutti i weekend fino alla fine d’agosto visite in notturna per far ripartire in sicurezza il turismo culturale nel capoluogo siciliano


2' di lettura

Una rete che mette insieme il pubblico, le fondazioni e associazioni e i privati per far ripartire l’offerta culturale e turistica di Palermo. Si chiama RestART, l’iniziativa che prevede visite serali a partire da venerdì 3 luglio e per utti i weekend fino alla fine di agosto renderà fruibili i principali siti culturali cittadini per ripartire da quell'enorme patrimonio di siti culturali, musei, palazzi che sono la vera ricchezza di una città multiculturale come Palermo. «La città riparte orgogliosamente, unita dalla sua bellezza - dice Bernardo Tortorici di Raffadali che di RestART è il curatore - e se, come penso, la bellezza può generare economia, RestART, oltre a rappresentare un'offerta turistica nuova dal grande potenziale per gli anni a venire, servirà alla ripresa di tutte quelle attività produttive che dal turismo hanno ricevuto linfa vitale».

RestART è frutto della collaborazione tra l’associazione Amici dei Musei Siciliani e Digitrend, azienda specializzata in digital transformation che ha sviluppato, attraverso il progetto Wonder Cultura seguito da Gianni Messina, una piattaforma smart di prenotazione, ticketing ed audio guide collegandosi al sito www.restartpalermo.it. «Lavoriamo a questa soluzione da diverso tempo - dice Messina - quando abbiamo rilevato le difficoltà di molti siti culturali nell’attivare servizi di biglietteria elettronica e sistemi di audio guida a costi contenuti. Oggi i bisogni sono ulteriormente cambiati ed abbiamo ritenuto di sostenere l’iniziativa degli Amici dei Musei siciliani in questa estate particolare in cui occorre dare una spinta alla ripartenza del comparto culturale e turistico: Wonder Cultura è parte di un progetto più ampio offerto al mercato da Digitrend che mira ad offrire anche alle piccole realtà imprenditoriali sistemi per l’e-commerce di prossimità a costi contenuti e ad elevati standard tecnologici».

Palermo rilancia i siti culturali con RestART

Palermo rilancia i siti culturali con RestART

Photogallery25 foto

Visualizza

Il lockdown ha Palermo ha provocato una ferita prpofonda e quasi mortale con la chiusura di tutto il patrimonio monumentale, l’azzeramento delle attività delle associazioni culturali, dello spettacolo e degli artisti e poi lo stop di tutte le realtà commerciali, ristoranti, bar, alberghi, B&B, negozi vari collegati, il mondo delle guide turistiche: «Per questo si è sentita la necessità di proporre un progetto che possa creare le basi per una ripartenza mirata al turismo di prossimità, gestita nella massima sicurezza che i tempi richiedono» dicono gli organizzatori di RestART.

Palermo rilancia i siti culturali con RestART

Si tratta di un vero e proprio festival inedito che punta a coinvolgere la città e le sue maggiori istituzioni in stretta collaborazione con Confcommercio, offrendo anche un'opportunità di ripartenza per l'indotto commerciale ovvero bar, ristoranti e strutture ricettive della città. «La città aveva sviluppato un percorso virtuoso capace di generare economia ed orgoglio civico, e comunanza di visione tra tutti i soggetti istituzionali e gli enti privati - dicono gli organizzatori -. Ma il Covid-19 è riuscito a spazzare via il tesoretto di immagine e risonanza culturale capitalizzato con la nomina a Capitale italiana della Cultura e con l’arrivo di Manifesta. Ora è il momento di ripartire».

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti