quarti di finale

Pallanuoto: nel derby di Champions Pro Recco avanti solo ai rigori

di Giacomo Bagnasco

(Agf)

2' di lettura

Due partite su quattro risolte con una rete di scarto e una finita ai rigori. Solo i catalani del Barceloneta vincono nettamente (9-4) il loro quarto di finale chiudendo la porta agli ungheresi dello Eger nella seconda parte di gara. L'Olympiacos soffre più del previsto con lo Spandau (tedeschi battuti 6-5) dopo una partenza che sembrava mettere i greci al riparo da imprevisti. E i croati dello Jug si impongono di misura (9-8) ma meritatamente allo Szolnoki nella rivincita della finale di Champions 2017. Fuori le due ungheresi, Croazia, Spagna e Grecia schierano una rappresentante nelle semifinali di oggi. E poi - a completare un quadro tutto incentrato sul Mediterraneo - c'è naturalmente un'italiana, quella che è uscita dal derby Pro Recco-Brescia.

Una partita emozionante, con i liguri nel ruolo di padroni di casa alla piscina genovese della Sciorba. La pressione era su di loro, eppure i primi due tempi indicavano che era il Brescia a patire la dose maggiore di nervosismo. Nemmeno una delle sei superiorità numeriche veniva sfruttata dagli uomini di Bovo, che perdevano Paskovic (espulsione definitiva con sostituzione per gioco violento) e a metà gara si trovavano sotto 4-1: il temporaneo vantaggio ottenuto con Muslim, uno dei migliori in acqua, veniva ribaltato dal poker di Bodegas, Molina, Figari e Ivovic (altro protagonista del match).
Dal terzo tempo, però, il copione cambiava. Il Brescia diventava quasi infallibile con l'uomo in più (sei reti su sette occasioni), la Pro Recco cominciava ad avvertire la tensione e i suoi attacchi erano quasi sempre stoppati dai difensori avversari e da alcuni grandi interventi del portiere Del Lungo. Lombardi a segno con Nora, Muslim e Bertoli, liguri grazie a un'autorete sfortunata e a una prodezza di Ivovic.
Il quarto tempo partiva sul 6-4, botta e risposta tra Muslim ed Echenique (in doppia superiorità numerica), poi la doppietta di Rizzo che agguantava il pareggio sul 7-7, la replica di Ivovic, l'espulsione definitiva del bresciano Cristian Presciutti per proteste, l'8-8 trovato da Nora. Ai rigori è proprio Muslim a spedire sul palo, mentre Rizzo si fa parare il tiro da Tempesti. I recchelini non sbagliano un colpo e vanno avanti, alla semifinale che per il terzo anno consecutivo li opporrà allo Jug Dubrovnik.

Loading...

LA “FINAL EIGHT”

Quarti di finale (ieri)
Olympiacos (Grecia)-Spandau (Germania) 6-5; Barceloneta (Spagna)-Eger (Ungheria) 9-4; Jug Dubrovnik (Croazia)-Szolnoki (Ungheria) 9-8; Pro Recco-Brescia 8-8 (parziali 2-1; 2-0; 2-3; 2-4) e 4-2 ai tiri di rigore

Semifinali (oggi)
Per i posti dal 5° all'8°: Spandau-Eger (alle 16); Szolnoki-Brescia (alle 17,30)
Per i posti dal 1° al 4°: Olympiacos-Barceloneta (alle 19); Pro Recco-Jug Dubrovnik (alle 20,30)

Finali (domani)
Per il settimo posto alle 16, per il quinto alle 17,30, per il terzo alle 19. Alle 20,30 il match che assegnerà la Champions League 2018
Per ogni giornata, le prime due partite in streaming su www.len.eu e le altre due in diretta tv su Sky Sport 2

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti