ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùLogistica

Panattoni annuncia i primi due sviluppi logistici in Italia, tra Lodi e Torino

I cantieri a Ospedaletto Lodigiano partiranno a fine state per concludersi a metà del 2023. Quelli di Scarmagno – che prevede il recupero di 24 ettari di un’area industriale ex Olivetti ma abbandonata da 25 anni – apriranno a luglio 2023 per concludersi nel 2024

di Laura Cavestri

2' di lettura

Due nuovi sviluppi per Panattoni – il principale sviluppatore di magazzini e spazi industriali moderni in Europa giunto in Italia nel 2021 – che costruirà due poli logistici, rispettivamente a Ospedaletto Lodigiano (Lodi) e Scarmagno (Torino).
I cantieri a Ospedaletto Lodigiano partiranno a fine state per concludersi a metà del 2023. Quelli di Scarmagno – che prevede il recupero di 24 ettari di un’area industriale ex Olivetti ma abbandonata da 25 anni – apriranno a luglio 2023 per concludersi nel 2024.

Lo sviluppo logistico recentemente acquisito a Ospedaletto Lodigiano, in posizione strategica sull’asse Milano-Piacenza, prevede la realizzazione di una struttura di 15mila metri quadrati di grado A, sita a soli 30 minuti dal centro di Milano, che soddisferà i requisiti della certificazione Breeam con rating very Good.In pipeline anche uno sviluppo brownfield a Scarmagno, presso l’ex complesso Olivetti, dove è stato finalizzato l’acquisto di un terreno di 24 ettari con capacità edificatoria di 86mila mq di superficie lorda. Panattoni punta a implementare la pipeline di progetti ed investimenti sul mercato italiano, sia speculativi che Built-to-Suit, tanto che ad inizio anno è stata annunciata l’operatività dell’ufficio milanese guidato da Jean-Luc Saporito.«Seguendo quella che è la nostra strategia aziendale – ha spiegato Saporito, managing director della sede italiana – abbiamo acquisito due terreni adiacenti ai caselli delle principali reti autostradali, in location di potenziale grande interesse per i nostri clienti, con la possibilità di edificare fino a 100mila mq di magazzini classe A progettati per ottenere una certificazione ambientale».

Loading...

Saporito ha poi sottolineato anche l’interesse, nel nostro Paese, per lo sviluppo dell’asset Data Center e, sul fronte logistica, non ha nascosto un interesse potenziale per sviluppi anche nel centro-sud.

Con 26 uffici in Nord America e in Europa – dove è presente dal 2005 – la società ha, ad oggi, sviluppato progetti nel nostro continente con più di 14 milioni di mq di spazi industriali moderni. Tra i clienti più importanti annovera Amazon, DB Schenker, DHL, Fedex, DPD, XPO, Coca Cola, Weber, Whirlpool, Bosch, Volkswagen e H&M.

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter RealEstate+

La newsletter premium dedicata al mondo del mercato immobiliare con inchieste esclusive, notizie, analisi ed approfondimenti

Abbonati