negozi online

Panconesi: «LuisaViaRoma è la dimostrazione lampante che con l’ecommerce si guadagna»

A Capri gli eventi per il libro sulle vetrine provocatorie e il gala charity per Unicef

di Silvia Pieraccini

default onloading pic

A Capri gli eventi per il libro sulle vetrine provocatorie e il gala charity per Unicef


3' di lettura

È uno dei pochi che ammette: «Il Covid? Per noi che facciamo ecommerce è stata una manna, nei primi otto mesi dell'anno abbiamo aumentato le vendite del 34%». Andrea Panconesi, titolare del negozio online LuisaViaRoma nato più di 20 anni fa come “costola” dello storico negozio reale di Firenze (che esiste da 91 anni), non smentisce la propria natura – precorrere i tempi, percorrere strade sconosciute, guardare sempre avanti per cogliere le opportunità - e, mentre tutti cancellano appuntamenti a causa della pandemia, organizza due eventi a Capri, seppur ridimensionati e rivisti in chiave anti-Covid, che vogliono raccontare l'azienda e i suoi valori. «Due eventi che danno lavoro a 250 persone e che, in un momento difficile per il Paese, vogliono diffondere un'immagine sicura dell'isola».

LuisaViaRoma a Capri per Unicef: con Belen, Bocelli e Rita Ora oltre un milione di raccolta fondi

LuisaViaRoma a Capri per Unicef: con Belen, Bocelli e Rita Ora oltre un milione di raccolta fondi

Photogallery16 foto

Visualizza

Ma vogliono anche delineare il futuro: «L'ecommerce è solo l'inizio della rivoluzione dell'esperienza d'acquisto, quello che ci aspetta è un percorso eccezionale, andiamo verso la realtà virtuale», dice Panconesi che infatti nei due eventi capresi, costellati di celebreties e ospiti prestigiosi, ha voluto dare l'esempio delle nuove tecnologie applicate in questo caso a un'idea scenica. Il primo appuntamento, venerdì 28 agosto ai Giardini di Augusto donati dall'industriale Alfred Krupp al Comune e mai utilizzati finora per una cena, è la presentazione del libro LuisaViaRoma-Window on a fashion future world che ripercorre la storia del negozio - nato 91 anni fa e negli ultimi decenni impegnato a ricercare nuovi linguaggi, nuove forme di comunicazione, nuovi strumenti di crescita e di evoluzione - attraverso le sue vetrine spesso provocatorie, sempre innovative. Il libro, edito in mille copie da Rizzoli New York, è curato da Cesare Cunaccia: «È un racconto avvincente – spiega Cunaccia – che sovrappone ieri, oggi, domani in un percorso non lineare ma sempre segnato da humor. Le vetrine di LuisaViaRoma sono installazioni artistiche, frutto della libertà che Panconesi ha sempre dati ai creativi cui si è affidato, che spesso non fanno vedere vestiti ma lanciano provocazioni e messaggi anche disturbanti».

Andrea Panconesi

Un artista in particolare, Kayle Bradfield, ha realizzato vetrine diventate iconiche, come quella con i manichini di donne a testa in giù, affondata in materiali di scarto. Ogni copia del libro venduta sul sito Luisaviaroma.com permetterà di piantare un albero attraverso la piattaforma Treedom. Il secondo evento, sabato 29 agosto, è la terza edizione del gala-charity a favore di Unicef, che si terrà alla Certosa di San Giacomo: cena, asta, musica dei Clean Bandit, Andrea Bocelli, Rita Ora. Grazie ai fondi raccolti durante la serata, l'Unicef garantirà cura e protezione ai bambini in difficoltà. «Siamo onorati di poter rinnovare la partnership con l'Unicef per questo nuovo evento che ha sempre lo stesso scopo: aiutare i meno fortunati e più vulnerabili», afferma Panconesi che ha ristrutturato anche i servizi igienici della Certosa e finanziato l'illuminazione della via Krupp che conduce ai Giardini.

Sul fronte aziendale, l'imprenditore fiorentino vede rosa: dopo un 2020 in decisa crescita – la previsione è 180 milioni di ricavi netti (contro i 146 del bilancio 2019), per il 98% realizzati online, con un margine operativo lordo (ebitda) del 3% - il prossimo anno il balzo è stimato ancora più forte, col traguardo di 240 milioni e il 5% di ebitda. «E non si dica che quest'anno abbiamo fatto più sconti – chiosa Panconesi – perché le vendite a prezzo pieno sono uguali all'anno scorso. In tanti dicono che con l'ecommerce non si guadagna, perché gli investimenti sono grandi, ma noi stiamo dimostrando il contrario».

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti