sostenibilità

Panerai: «Saremo i primi a lanciare un orologio da materiali 100% riciclabili»

di P.Gua.

default onloading pic


2' di lettura

Oltre che main partner del team Luna Rossa, Panerai ha annunciato che sarà anche official timekeeper della Prada Cup, il trofeo che dal 15 al 22 febbraio deciderà lo sfidante del detentore del trofeo sportivo più antico del mondo: l’America’s Cup di vela che si terrà dal 6 al 21 marzo 2021 a Oakland in Nuova Zelanda. «Per noi è un motivo di grande orgoglio. Siamo consapevoli che ci aspetta una grande sfida», dice Jean-Marc Pontroué ceo del brand orologiero. L’accordo con la squadra italiana ha già visto il lancio di alcuni modelli dedicati, tra i quali gli ultimi sono il Luminor Luna Rossa Gmt e il Luminor Luna Rossa PAM1095 in edizione limitatissima che sarà in vendita solo sull’e-commerce del brand a partire dal 3 dicembre.

Se sul risultato sportivo del 2021 il punto interrogativo resterà fino alla regata decisiva, Pontroué è in grado di ipotizzare cosa riserverà il 2021 per il business: «Sappiamo meglio di sei mesi fa cosa aspettarci. Se non siamo sicuri di come evolverà la pandemia, conosciamo come tutelarci. Quindi credo che il 2021 sarà probabilmente meglio del 2020 ma sarà un anno di transizione tra il 2019 e il 2022». Quest’anno, comunque, ha mostrato segnali confortanti dopo la riapertura: «La Cina va bene e in tutto il resto del mondo la nostra clientela, che ora è solo locale, ha risposto positivamente. La nostra forza è avere negozi in ogni angolo del mondo: tutti possono trovarne uno più o meno vicino casa».

Loading...

La differenza rispetto al primo lockdown è che «il business è tornato alla normalità, possiamo lavorare seguendo le norme di sicurezza. Sono abbastanza ottimista, anche se, ancora per un po’ non avremo turisti da Cina e Stati Uniti». A breve arriverà il Natale che «il Covid 19 ridurrà a una piccola finestra. Ci sono scenari aperti e possiamo mettere sul tavolo piani diversi, vedremo. Nel frattempo stiamo producendo molti orologi destinati specialmente alla Cina». Il mercato in Italia ha subito una frenata, perché «i turisti internazionali qui rappresentano il 40% del nostro business. È come se lavorassimo con il 60% della clientela. Ma l’Italia è più resiliente di Francia e Gran Bretagna: a Parigi o a Londra la gente è andata via, queste città si sono completamente svuotate. In Italia, dove ci sono molti più centri di media grandezza, le persone tendono a restare dove sono».

«Sull’e-commerce abbiamo imparato molto negli ultimi due anni. Lo shopping online è un acceleratore per portare i consumatori nel nostro ecosistema». Questo è stato l’anno dei 70 anni di Luminor, con una serie di orologi realizzati con materiali inediti e futuristici. «Siamo stati sfortunati ad avere un lancio così importante in un anno come questo. Ma fosse stato qualsiasi altro modello sarebbe stato più difficile, perché Luminor funziona sempre bene». Per l’anno prossimo, Pontroué promette altre novità: «Punteremo sul nostro lato ecosostenibile e avremo un prodotto che integrerà questo approccio. Panerai sarà il primo marchio in assoluto a lanciare un orologio al 100% di materiali riciclabili. Cassa, movimento e packaging. Tutto, insomma. E sarà un Submersible».

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti