Sostenibilità

Panettoni e assicurazioni, la carica delle società benefit

Dal distretto tecnologico Habitech alle polizze Raiffeisen si moltiplicano le realtà che hanno obiettivi misurabili di impatto positivo. Tra i settori prevalenti servizi, salute, alimentare

di Alessia Maccaferri

default onloading pic
La produzione di Zordan1965

Dal distretto tecnologico Habitech alle polizze Raiffeisen si moltiplicano le realtà che hanno obiettivi misurabili di impatto positivo. Tra i settori prevalenti servizi, salute, alimentare


3' di lettura

Da Zanè esporta panettoni e colombe fino in Cina, Giappone e Australia. Una produzione artigianale che in questo momento non conosce crisi, grazie alla qualità e al posizionamento in una fascia di mercato alta. «Da sempre utilizziamo la bacca di vaniglia anziché gli aromi e solo uova allevate all’aperto» racconta Andrea Filippi titolare della omonima pasticceria vicentina, che è una benefit con certificazione BCorp. «Siamo molto attenti alla qualità della materia prima e cerchiamo fornitori di eccellenza e che ci consentano di migliorare il nostro impatto. Per esempio i nastri decorativi sono in plastica riciclata da bottiglie e tre anni fa abbiamo ottenuto la certificazione Leed per il nuovo laboratorio» racconta Filippi.

La pasticceria fa parte di un piccolo ma crescente gruppo di aziende che si impegnano a raggiungere obiettivi di sostenibilità ambientale, sociale, di governance e di welfare sia nei rapporti interni che esterni all’impresa. L’Italia inoltre è il primo paese al mondo, fuori dagli Stati Uniti, ad aver riconosciuto lo status giuridico delle benefit, che rende necessaria la modifica dello statuto incorporando gli obiettivi di performance ambientali, sociali di governance ecc.

Loading...

Le benefit italiane sono circa 500, le BCorp - la certificazione di origine americana rilasciata dopo un complesso iter di assessment - un centinaio, rappresentano una piccola avanguardia culturale decisa a cambiare le regole del capitalismo e riportare sostenibilità ed etica nel business. A livello internazionale questo nuovo modello ha conquistato brand come Danone, Patagonia, Ben & Jerry. Il fenomeno attraversa tutti i settori economici e i comparti produttivi. La maggior parte delle benefit e delle BCorp del Nord-Est si occupano di servizi.

Cinque anni fa Habitech è stata certificata BCorp, tra le prime dieci organizzazioni in Italia e tra le primissime in Europa. Il Distretto tecnologico trentino per l’Energia e l’Ambiente, promuove reti di impresa e filiere produttive specializzate nei settori dell’edilizia sostenibile, dell’efficienza energetica, dell’industria. In Trentino Alto Adige ha sede anche la BCorp Raiffeisen Servizi Assicurativi (la raccolta premi nel 2019 ha raggiunto i 145,6 milioni di euro). Fa parte dell’omonimo gruppo cooperativo di casse rurali e punta sui legami con il territorio. In particolare sulla sensibilizzazione di partner e clienti in tema di previdenza privata e tutela sociale. Sempre in ambito servizi operano la BCorp veneta Facile Aiuto startup innovativa a vocazione sociale che offre servizi di welfare; la benefit padovana Amajor con servizi di consulenza aziendale e selezione del personale; la benefit Cantiere Verde di Belluno che promuove pratiche agricole innovative e sostenibili ed è un’impresa sociale.

Metalli Lindberg di Conegliano dichiara di essere «la prima realtà italiana nel settore della comunicazione e del design ad avere ottenuto la certificazione B Corp». La benefit Affidia, che è dentro all’Area Science Park di Trieste offre consulenza nella diagnostica per la sicurezza alimentare. A Udine ha sede la benefit e BCorp Farmacia Colutta che dichiara di essere «la prima farmacia indipendente al mondo a essere diventata Società Benefit Corporation» e si impegna su prevenzione, l’educazione alla salute e la valorizzazione di prodotti naturali ed efficaci. Sempre in ambito salute a Chioggia ha sede la BCorp Sorriso e salute, studio di odontoiatria biologica. Nel mondo manifatturiero operano il laboratorio orafo D’Orica (benefit e BCorp) nel distretto vicentino, la BCorp Perlage Winery che produce vini biologici, la BCorp Abafoods di Badia Polesine che produce e confeziona bevande vegetali biologiche di riso, soia, cereali e frutta per i marchi più del biologico internazionale e sul mercato con il brand Isola Bio. È di Solagna (Vicenza) la BCorp Arbos che fa prodotti innovativi ed ecosostenibili in carta e altri materiali ecologici.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti