L’attacco del Pontefice

Papa: «Mafiosi e corrotti non possono dirsi cristiani»

di Redazione Roma

Papa Francesco

2' di lettura

I cristiani finti e corrotti finiranno male. «Ci sono i cristiani finti, quelli che dicono 'Gesù è risorto, io sono stato giustificato da Gesù e sono nella vita nuova' ma poi vivono una vita corrotta. E questi cristiani finti finiranno male. Il cristiano è peccatore, tutti lo siamo, io lo sono, ma abbiamo la sicurezza del perdono. Il corrotto fa finta di essere una persona onorevole ma alla fine nel cuore c'è putredine»; una realtà, questa, «triste e dolorosa». L’attacco a mafia e corruzione è stato lanciato dal Papa nell’udienza generale.

Un mafioso non è un cristiano
Un mafioso non può dirsi cristiano, ha detto il Papa: «Pensiamo, per non andare lontano da casa, ai cosiddetti cristiani mafiosi: questi di cristiano non hanno nulla. Si dicono cristiani ma portano la morte nell'anima e agli altri».

Loading...

Lavanda piedi a Regina Coeli: un buddista e due musulmani
Moltissimi gli appuntamenti per la settimana santa. Intanto per il giovedì Santo sono stati scelti i detenuti per il rito della lavanda dei piedi con il Papa nella Casa Circondariale Regina Coeli: sono 12 uomini provenienti da sette paesi diversi: 4 italiani, 2 filippini, 2 marocchini, 1 moldavo, 1 colombiano, 1 nigeriano e 1 della Sierra Leone.

Otto di loro sono di religione cattolica; due sono musulmani; un ortodosso e un buddista. Papa Francesco sarà il quarto Papa in visita a Regina Coeli. Il Papa presiederà la messa nella rotonda del carcere. Il 60-65% della popolazione carceraria è costituito da giovani tra i 18 e i 35 anni, appartenenti a 60 diverse nazionalità. Dopo la messa il Papa - riferisce l'agenzia dei vescovi - si recherà nell'infermeria e nella sezione ottava, che ospita le persone che hanno commesso reati particolari (testimoni di giustizia, attentati, ecc.) e hanno bisogno di protezione da eventuali aggressioni.

Papa: messi a tacere e manipolati, 'giovani gridate!'
Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti