vaticano

Papa nomina Carmelo Barbagallo nuovo presidente Aif

Siciliano, 63 anni, funzionario generale di Bankitalia ed ex capo della Vigilanza di via Nazionale, è stato nominato alla guida dell’Autorità di Informazione Finanziaria vaticana al posto di René Brulhart, il cui mandato non è stato rinnovato dal pontefice, anche a seguito dell'ultimo scandalo finanziario che ha scosso il Vaticano

di Carlo Marroni


default onloading pic
Carmelo Barbagallo (fonte Vatican media)

2' di lettura

Papa Francesco ha nominato Carmelo Barbagallo, presidente dell'Aif, l’Autorità di Informazione Finanziaria vaticana. Prende il posto di René
Brulhart, il cui mandato non è stato rinnovato dal pontefice, anche a seguito dell’ultimo scandalo finanziario che ha scosso il Vaticano. Barbagallo è stato finora funzionario generale con l’incarico di alta consulenza al Direttorio della Banca d’Italia in materia di vigilanza bancaria e finanziaria e nei rapporti con il Single Supervisory Mechanism

Barbagallo: al lavoro per dare continuità all'azione dell'AIF
«Sono certo – ha spiegato a Vatican News il neo Presidente dell'Autorità di Informazione Finanziaria- che l'AIF saprà dare il proprio apporto, nella veste di autorità di controllo, affinché continuino ad essere affermati, e siano riconosciuti, i valori fondamentali della correttezza e della trasparenza di tutti movimenti finanziari in cui è impegnata la Santa Sede». «Intendo rassicurare il sistema internazionale di informazione finanziaria – ha aggiunto – che sarà data ogni collaborazione, nell'assoluto rispetto dei migliori standard internazionali. Sarò già da oggi al lavoro per dare continuità all'azione dell'AIF nel perseguimento dei suoi importanti obiettivi istituzionali».

La carriera in Bankitalia
Barbagallo, 63 anni, siciliano nel 1980 entra in Banca d'Italia e viene assegnato all'Ufficio Vigilanza della Filiale di Genova. Dal 1985 è in Amministrazione Centrale, presso l'Ispettorato Vigilanza. Si occupa tra l'altro dei crediti bancari anomali e ristrutturati e partecipa alla redazione della Legge Bancaria. Sovrintende ai lavori di elaborazione della vigente Guida di Vigilanza. Nel gennaio 2009 è nominato Sostituto del Capo dell'Ispettorato Vigilanza; dal maggio 2011 assume la titolarità del Servizio. Dal febbraio 2013 è Funzionario generale con la qualifica di Direttore Centrale per la Vigilanza bancaria e finanziaria. Dal 27 gennaio 2014 al 30 giugno 2019 è Capo del Dipartimento Vigilanza bancaria e finanziaria.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...