macron: la ricostruiremo tutti insieme

Parigi, le fiamme divorano Notre-Dame. Salvate la struttura e le 2 torri


Parigi, brucia Notre-Dame: le immagini di France24

6' di lettura

Un grande incendio è in corso nella cattedrale Notre-Dame di Parigi. Collassati la guglia e il tetto. Dopo una lunga lotta con le fiamme lunedì sera i Vigili del fuoco francesi hanno confermato che «la struttura di Notre-Dame è salva, comprese le due torri» per le quali si temeva il collasso. Per ore, durante la battaglia contro il devastante fuoco che ha impegnato 400 pompieri, si è temuto il peggio. Uno dei vigili del fuoco è rimasto ferito seriamente.

«Ve lo dico stasera, questa cattedrale la ricostruiremo, tutti insieme» ha promesso il presidente Emmanuel Macron, con la voce rotta dall'emozione, davanti a Notre-Dame in fiamme. «È quello che i francesi aspettano, quello che la nostra storia merita». Un portavoce della chiesa, André Finot, in precedenza aveva infatti dichiarato che tutta la cattedrale «è in fiamme e che della struttura in legno non resterà nulla anche se il tesoro di Notre-Dame al momento non è stato toccato dall’incendio e gli oggetti sacri sono conservati nella sagrestia». Secondo Le Monde, che cita il rettore della cattedrale, «la tunica di San Luigi e la corona di spine (che secondo la tradizione Cristo avrebbe portato sul Calvario)» sarebbero in salvo.

Alla Francia la solidarietà del presidente Mattarella
«In queste ore drammatiche, l'Italia intera si stringe con sincera amicizia e vivissima partecipazione al popolo francese». Lo scrive il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, in un messaggio al presidente francese, Emmanuel Macron, per l'incendio che ha devastato la cattedrale di Notre Dame a Parigi.

Le immagini diffuse sui social mostrano una scena apocalittica, con il monumento storico più visitato d’Europa divorato dalle fiamme. Un denso fumo nero è visibile in gran parte della città. Secondo le prime indicazioni, l’incendio si sarebbe sviluppato da un’impalcatura presente sul posto per i lavori di restauro.

SEGUI LA DIRETTA - Parigi, brucia Notre Dame (France24)

(AP Photo/Thibault Camus)

L’intera Ile-de-la Cité, dove sorge la cattedrale di Notre-Dame, è isolata, i turisti - molto numerosi - sono dall’altra parte della Senna e sui ponti limitrofi; insieme ai parigini, fissano scioccati le fiamme che hanno divorato il tetto e la guglia del monumento gotico. Sul posto sono dapprima crollate le impalcature che servivano per i lavori, poi il resto. Diversi elicotteri sorvolano la zona. Le autorità di Parigi hanno deciso di evacuare i circa mille residenti dell’Ile de la Cité, l'isola
sulla Senna dove sorge Notre-Dame, e hanno messo a disposizione uno spazio in un altro quartiere per coloro che non hanno altre soluzioni per passare la notte. Lo riferiscono i media francesi.

Secondo i pompieri l’incendio è “probabilmente” legato ai lavori di ristrutturazione in corso, un progetto da sei milioni di euro. Per la polizia invece le cause dell’incendio non sono note. Non sono segnalate vittime. La procura di Parigi ha aperto un’inchiesta per determinare le cause dell’incendio. Inoltre, il comune della capitale francese ha aperto un'unità di crisi presso l’Hotel de Ville.

GUARDA IL MOMENTO DEL CROLLO DELLA GUGLIA

Parigi, a fuoco la cattedrale di Notre-Dame

Parigi, a fuoco la cattedrale di Notre-Dame

Photogallery34 foto

Visualizza

«Un incendio terribile è in corso nella cattedrale di Notre-Dame a Parigi - ha dichiarato il sindaco Anne Hidalgo su Twitter - . I pompieri di Parigi stanno tentando di domare le fiamme. Siamo mobilitati sul posto in stretto contatto con la diocesi di Parigi. Invito tutte e tutti a rispettare il perimetro di sicurezza». Notre-Dame era interessata da lavori di ristrutturazione, con alcune sezioni sotto impalcatura, mentre sedici statue di bronzo del tetto erano state rimosse l’11 aprile scorso per essere restaurate. Le statue, altre tre metri e pesanti 250 chili, sarebbero dovute tornare al loro posto, dopo il restauro, nel 2022.

La Cattedrale di Notre-Dame è il principale luogo di culto cattolico di Parigi, il cui arcivescovo metropolita è anche primate di Francia. Si trova nella parte orientale dell’Île de la Cité, nel cuore della capitale francese, nella piazza di Notre-Dame e rappresenta una delle costruzioni gotiche più celebri del mondo.

GUARDA IL VIDEO - Parigi, grande incendio nella cattedrale di Notre-Dame

A seguito del gravissimo evento, il presidente francese Emmanuel Macron ha cancellato il discorso alla nazione in tv in programma lunedì sera, in cui avrebbe dovuto annunciare attese riforme. Si è invece recato a Notre-Dame, dopo aver scritto su Twitter:  «Notre-Dame di Parigi in preda alle fiamme. Emozione di tutta una nazione. Pensiero per tutti i cattolici e per tutti i francesi. Come tutti i nostri compatrioti, stasera sono triste di veder bruciare questa parte di noi». Macron è quindi rientrato all’Eliseo, da dove dovrebbe fare una dichiarazione in tarda serata.

Conte: colpo al cuore per tutti gli europei
Quanto sta avvenendo a Notre Dame è «un colpo al cuore per i francesi e per tutti noi europei». Lo ha scritto su twitter, in francese, il premier Giuseppe Conte, che ha poi aggiunto: «Nelle prossime ore “testimonierò” al governo francese da parte del governo italiano, ma anche del popolo italiano, l’estrema e commossa partecipazione a questo lutto perché io lo considero un vero e proprio lutto». Il premier Conte in collegamento telefonico con l'edizione speciale del Tg1 ha sottoloneato: «Siamo di fronte a un simbolo della cristianità, è monumento di riconoscimento dell’identità francese e si tutti coloro che amano i valori della civiltà occidentale».

Salvini: dall’Italia tutta la nostra vicinanza
Interviene con un tweet il ministro dell’Interno Matteo Salvini: «Terrificante incendio alla cattedrale di Notre Dame, crollata la guglia. Un pensiero e un abbraccio al popolo di Parigi. Dall’Italia tutta la nostra vicinanza e tutto l’aiuto che potremo dare».

Merkel: immagini dolorose, simbolo Europa
«È doloroso guardare queste orribili immagini di Notre-Dame in fiamme . Notre-Dame è un simbolo della Francia e della nostra cultura europea. I nostri
pensieri con i nostri amici francesi». Lo ha twittato il portavoce di Angela Merkel, Steffen Seibert.

Le parole di Trump, Melania e Obama
Con un tweet il presidente degli Stati Uniti Donald Trump riesce anche nel caso dell’incendio di Notre-Dame ad attirarsi critiche, invocando l’intervento rapido di «aerei anti incendio». La first lady Melania, invece, ha detto di avere «il cuore spezzato per i parigini». L’ex presidente Barack Obama ha sottolineato come «Notre-Dame sia uno dei più grandi tesori dell’umanità. È nella nostra natura piangere quando vediamo la storia andare in fumo – ha detto Obama – ma è anche nella nostra natura ricostruire per il domani, più forte che possiamo».

Raggi: Roma abbraccia Parigi
«Roma abbraccia #Parigi. Le immagini dell’incendio nella cattedrale di #NotreDame fanno davvero male. I romani sono al fianco dei cittadini di Parigi. Un pensiero a tutti i francesi. Sostegno alla sindaca @Anne_Hidalgo in questo
terribile momento». Così su Twitter la sindaca di Roma Virginia Raggi.

Il capo dei Vigili del Fuoco: i cantieri un rischio, come per la Fenice
«Fiamme sviluppate dall'alto, alimentate probabilmente dalla copertura lignea del tetto: una situazione difficilissima per i nostri colleghi che ora potranno solo contenere i danni evitando la diffusione del rogo». Così Fabio Dattilo, capo del Dipartimento dei vigili del fuoco commenta all’Ansa l’incendio di Notre Dame. E in questo caso, aggiunge, «è anche impossibile l’intervento degli elicotteri, che sarebbe inefficace». Nel mirino i lavori di ristrutturazione sulla cattedrale: «anche il Teatro della Fenice a Venezia bruciò quando c'era un cantiere». E proprio dal Teatro La Fenice arriva un tweet di incoraggiamento: «Siamo stati assaliti dal fuoco, ma dal fuoco siamo risorti più forti di prima. Siamo al vostro fianco, amici, non temete!».

Media Usa: il crollo ricorda l’11 settembre
Lo shock per il crollo della guglia di Notre-Dame, uno dei simboli di Parigi, come quello del per il crollo delle Torri Gemelle, simbolo di Manhattan. Su alcuni media Usa e sui social media in America inevitabile il parallelo tra lo sconcerto vissuto dai parigini davanti alle immagini della distruzione della secolare cattedrale con quello che vissero i newyorchesi l’11 settembre 2001 nel vedere
sgretolarsi le iconiche Twin Towers.

Santa Sede: shock e tristezza. Preghiamo
«La Santa Sede ha accolto con shock e tristezza la notizia del terribile incendio che ha devastato la Cattedrale di Notre Dame, simbolo della cristianità in Francia e nel mondo. Esprimiamo vicinanza ai cattolici francesi e alla popolazione di Parigi e assicuriamo le nostre preghiere per i pompieri e quanti stanno facendo il possibile per far fronte a questa drammatica situazione». Lo dichiara il direttore “ad interim” della Sala Stampa della Santa Sede, Alessandro Gisotti.

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti