ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùCollezionismo

Paris Print Fair: investire nell’arte dell’incisione, fra capolavori e novità

Nella capitale francese, una mostra per raccontare la storia e le ultime evoluzioni della stampa artistica. E per aggiudicarsi opere su carta di grandi maestri e di contemporanei: da Dürer fino a Michaël Cailloux.

di Alexis Paparo

Francisco de Goya y Lucientes, Disparate furioso [Hizonos Dios y maravillamos nos]. Stampa 6 di “Los Disparates”, 1864. Acquaforte e acquatinta, 24,7 x 35 cm. Courtesy Palau Antiguitats.

2' di lettura

Che cos'è, oggi, la stampa? La Paris Print Fair alla sua prima edizione, dal 19 al 22 maggio, parte da queste domande per esplorare le radici storiche di una pratica sempre più artistica, centenaria eppure capace di abbracciare il contemporaneo al seguito delle ultime innovazioni legate al digitale. Ma anche di riportare in scena tecniche antiche come la litografia, che stanno di fatto vivendo una nuova stagione, riscoperte da artisti contemporanei. «Dall’intaglio al rilievo, dalla litografia alla serigrafia, la fiera e i suoi espositori sono sia vettori di conoscenza che interpreti di una storia antica», spiega Christian Collin, Presidente del CSEDT (Chambre Syndicale de l'Estampe, du Dessin et du Tableau) e co-fondatore della fiera. «Ma questa è l'occasione anche per erigere ponti tra le molte forme che l’incisione assume oggi, per coltivare un nuovo pubblico e un nuovo dinamismo attorno all'incisione».

Altamente specializzata, ma di dimensioni più raccolte e intime, la Paris Print Fair offre a collezionisti ed appassionati la possibilità di aggiudicarsi gemme rare, generalmente ricercate dai musei per il loro alto valore storico e curatoriale. Diciannove Gallerie europee popoleranno il Réfectoire du Couvent des Cordeliers, nel VI arrondissement, trasmettendo la diversità della disciplina e proponendo opere su carta di antichi maestri come di artisti del XX secolo e di contemporanei: Jurjens Fine Art (Amsterdam), Helmut H. Rumbler (Francoforte), Palau Antiguitats (Barcellona) e Galerie Martinez D. (Parigi) presenteranno rari capolavori di Albrecht Dürer, Hans Sebald Beham, Hendrick Golzius e Francisco de Goya. Per il comparto del moderno, opere di Marc Chagall, Sonia Delaunay e Henri Matisse, ma anche Alberto Giacometti, Joan Miró e Zao Wou-ki saranno visibili e acquistabili presso gli stand delle parigine Galerie Arenthon, Galerie Sagot-Le Garrec e Le Coin des Arts.

Loading...
I capolavori in mostra (e acquistabili) della Paris Print Fair

I capolavori in mostra (e acquistabili) della Paris Print Fair

Photogallery20 foto

Visualizza

Le gallerie Nathalie Béreau (Parigi, Chinon) e Documents 15 (Parigi), esporranno stampe contemporanee di Charles Donker, Érik Desmazières e Michaël Cailloux, mentre l'arte e la pratica dell’incisione moderna saranno al centro degli stand di Galerie L'Estampe (Strasburgo) e Stoney Road Press (Dublino), rispettivamente la casa editrice che possiede l'unico laboratorio di stampa ad acqua in Europa e uno studio di stampa fine art, che utilizza sia metodi tradizionali che tecnologia digitale.

Riproduzione riservata ©

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti