INTERVISTA AL SOLE 24 ORE

Parla il comandante della Gdf: «Recovery fund occasione storica ma rischio criminalità»

Giuseppe Zafarana, Comandante generale della Guardia di Finanza, in un’intervista al Sole 24 Ore richiama l’attensione sui controlli sull’utilizzo degli oltre 210 miliardi che l’Unione europea ha reso disponibili

default onloading pic
l generale Giuseppe Zafarana, Comandante generale della Guardia di Finanza

Giuseppe Zafarana, Comandante generale della Guardia di Finanza, in un’intervista al Sole 24 Ore richiama l’attensione sui controlli sull’utilizzo degli oltre 210 miliardi che l’Unione europea ha reso disponibili


2' di lettura

«I fondi europei sono una occasione storica e siamo ad una vera svolta, di cui dev’essere consapevole l’intero Paese. Ma è altrettanto vero che il rischio d’infiltrazioni della criminalità economica è grande». Giuseppe Zafarana, Comandante generale della Guardia di Finanza, gioca d’anticipo su un appuntamento che considera cruciale: i controlli sull’utilizzo degli oltre 210 miliardi che l’Unione europea ha reso disponibili per superare le difficoltà economiche provocate dalla pandemia. Secondo Zafarana, in un’ intervista al Sole 24 Ore a poco più di un anno dalla nomina, la Guardia di Finanza è chiamata «a responsabilità di rilevanza eccezionale».

L’azione di contrasto ai possibili illeciti sarà in coordinamento con Procure e Prefetti. Nel bilancio dell’attività della Gdf durante la pandemia il raddoppio, tra marzo e agosto, dei sequestri di proventi generati da attività usurarie.

Per il comandante della Gdf «la portata dell'intervento pubblico è storica e chiama la Guardia di Finanza a responsabilità di rilevanza eccezionale. La manovra, se non monitorata adeguatamente, potrà alimentare forme inaccettabili di arricchimento personale illecito». La Gdf si sta già organizzando: «I reparti orienteranno le attività sulla base di analisi del rischio, in stretta sinergia sia con le Procure sia con gli enti erogatori. A livello provinciale sarà garantita massima collaborazione alle Prefetture, oltre a rapporti stretti con le associazioni di categoria».

La criminalità, intanto, si è adattata ai mutamenti economici causati dalla pandemia: «È stato diversificato il riciclaggio non solo nelle filiere produttive e nei servizi essenziali che non hanno interrotto l'attività, come lo smaltimento dei rifiuti e la sanificazione, ma anche in settori che hanno subito perdite significative». Nel periodo marzo-agosto 2020, afferma il comandante, i sequestri operati a contrasto del riciclaggio ammontano a circa 270 milioni. Cresce l'usura: «Nel periodo marzo-agosto 2020 il valore dei proventi usurari sottoposti a sequestro è più che raddoppiato». Zafarana affronta il tema della lotta all'evasione per dire che è indispensabile «la riforma del sistema tributario», con «la semplificazione degli adempimenti e la promozione dell'uso dei pagamenti digitali».

START / Podcast speciale sul Recovery fund

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti