ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùa 500 giorni dall’inizio della legislatura

Parlamentari stakanovisti: ecco chi non si stacca dallo scranno

In parlamento c'è un drappello di onorevoli zelanti. Presenti al 100% delle sedute. Sono 16 al Senato, un vero record considerando che sono passati 500 giorni dall’inizio della legislatura e che alla Camera solo un parlamentare ha fatto altrettanto

di Nicoletta Cottone


La carica delle commissioni d’inchiesta: sei al traguardo, 146 nei cassetti

5' di lettura

C’è chi anche sotto il solleone d’agosto non abbandona lo scranno in aula. E non marca visita. In parlamento c'è un drappello di onorevoli stakanovisti. Presenti al 100% delle sedute. Sono 16 al Senato, un vero record considerando che sono passati 500 giorni dall’inizio della legislatura e che alla Camera solo un parlamentare ha fatto altrettanto. A Montecitorio - come attestano i dati di OpenParlamento - in vetta solo un pentastellato, sempre in aula in 4.262 votazioni.Fra i 16 senatori presenti al 100% delle sedute a palazzo Madama otto sono leghisti, sei pentastellati, uno di Fratelli d'Italia e uno di Forza Italia. Sempre presenti alle 4.893 votazioni che si sono svolte finora a palazzo Madama.

Alla Camera in testa Marco Bella
Il più presente alla Camera? Marco Bella, deputato del M5S, eletto nella circoscrizione Lazio 1 di Pomezia, laurea in chimica con 110 e lode. È l'unico parlamentare alla Camera sempre in aula, 4.262 votazioni su 4.262. Un vero record. Non ha mai presentato un disegno di legge come primo firmatario, ma ne ha sostenuti 23. Sul podio a Montecitorio ci sono tutti pentastellati. Medaglia d'argento parimerito a due pentastellati: Anna Bilotti, avvocatessa di Battipaglia (Salerno) e Raffaele Bruno, napoletano, autore e regista teatrale, oltre che biologo. Tutti e due sono stati assenti solo tre votazioni, collezionando il 99,93% di presenze (4.259 su 4.262). Anna Bilotti ha presentato come prima firmataria due disegni di legge: il conferimento del titolo di “città già capitale d'Italia” alla città di Salerno e la soppressione del quorum per la validità del referendum abrogativo. Raffaele Bruno, pentastellato in commissione Politiche dell'Unione europea, secondo parimerito, non ha proposto disegni di legge ma è stato cofirmatario di sette. Terzi parimerito con il 99.86% di presenze ci sono Cosimo Adelizzi (M5S) - cofirmatario di 11 ddl- e Federico Fornaro, assenti solo a 6 votazioni.

Gli stakanovisti del Senato
Palazzo Madama ha il record di stakanovisti della XVIII legislatura. Apre la parata - rigorosamente in ordine alfabetico - la senatrice Rossella Accoto del M5S, nata a Brindisi e residente a Fano (Pesaro e Urbino), prima di essere parlamentare impiegata nella Pubblica amministrazione. Nessuna proposta di legge come prima firmataria al suo attivo, 57 come co-firmataria. C’è poi il leghista Giorgio Maria Bergesio, dirigente d’industria nato a Bra (Cuneo). Un disegno di legge come primo firmatario al suo attivo, dedicato a cerca, raccolta, coltivazione e commercializzazione dei tartufi. Cofirmatario di 118 provvedimenti, è stato 18 relatore di 18 testi (fra gli altri riuso del suolo, etichettatura, tutela del paesaggio).

Sempre in ordine alfabetico c’è il leghista Massimo Candura, dipendente della Regione Veneto, nato a Villorba (Treviso). Un disegno di legge come primo firmatario, dedicato alle armi per uso sportivo, 123 come co-firmatario. Sempre presente anche il pentaspellato Marco Croatti, grafico pubblicitario di Rimini. Due i disegni di legge presentati: uno sul distacco dei comuni di Montecopiolo e Sassofeltrio dalla regione Marche e loro aggregazione alla regione Emilia-Romagna, nella provincia di Rimini e l’altro sulla promozione e riqualificazione del commercio al dettaglio su aree pubbliche. É cofirmatario di 47 disegni di legge. Arriva da Pozzuoli (Napoli) la senatrice pentastellata Silvana Giannuzzi, consulente per la comunicazione e le relazioni istituzionali. Anche lei sempre presente, è relatrice della legge di delegazione europea 2018. Non ha presentato ddl in prima persona, ma ne ha cofirmati 56.

GUARDA IL VIDEO - La carica delle commissioni d'inchiesta: sei al traguardo, 146 nei cassetti

Sono 30 i ddl come primo firmatario del senatore Antonio Iannone di Fdi: i temi trattati sono minori, ricongiunzione retributiva ai fini pensionistici, concessioni demaniali, inno nazionale, coltivazione della canapa, diritto di accesso allo sport. In 118 l’imprenditore di Nocera Inferiore (Salerno) ha apposto la sua firma come cofirmatario. Sono otto i ddl presentati dal senatore Elio Lannutti (M5S) su temi che vanno dal lavoro nella Pubblica amministrazione al gioco d’azzardo patologico, dalle acque minerali e termali al diritto di proprietà della prima casa, fino all’incompatibilità di alcuni incarichi con l’iscrizione a logge massoniche. Giornalista e presidente onorario di Adusbef, Lannutti è stato cofirmatario di 129 ddl i questa legislatura. In vetta in quanto a presenze c’è anche il leghista Enrico Montani, primo firmatario del ddl che chiede l’stituzione di una Zes, una zona economica speciale nelle aree territoriali della Lombardia e del Piemonte confinanti con la Svizzera. Nato a Verbania (Verbano Cusio Ossola) e residente a Domodossola, funzionario di partito, Montani è cofirmatario di 121 ddl. É stato relatore del decreto crescita, del decreto dignità e del decreto fatturazione elettronica.

Sempre in aula anche il leghista Pietro Pisani, cheha presentato come primo firmatario un ddl che ha l’obiettivo di favorire l’occupazione giovanile e la registrazione di brevetti. É stato cofirmatario di 118 disegni di legge al Senato. Presente sempre anche la leghista Nadia Pizzol, imprenditrice nata a Brugnera (Pordenone) e residente a Marcon (Venezia). Non ha presentato ddl, ma è cofirmataria di 125 provvedimenti. Ogni seduta sullo scranno pronto a votare anche il pentastellato Agostino Santillo, ingegnere di Casapulla (Caserta), che ha proposto in prima persona sei ddl su sicurezza stradale, circolazione e semplificazione per gli interventi nelle zone sismiche. E norme in materia di tutela delle prestazioni professionali per conto di committenti privati e di contrasto all’evasione fiscale. É stato relatore dello sblocca-cantieri e della delega al Governo per il riordino del trasporto aereo e ha cofirmato 31 ddl. Presente a ogni seduta anche Maria Saponara, giornalista e architetto di Noceto (Parma). Due le proposte di legge come prima firmataria: l’istituzione dell'Osservatorio nazionale per il sostegno e il supporto psicologico agli operatori delle Forze di polizia e la delega al Governo per l'introduzione nelle scuole dello studio dei patrimoni culturali, sociali, artistici e paesaggistici dei territori di riferimento.É cofirmataria di 118 ddl.

Non è mai stata assente dall’aula anche Maria Virginia Tiraboschi di Forza Italia. L’azzurra, nata a Ivrea e residente a Lugano (Svizzera), è imprenditrice nel settore turistico. Ha presentato un ddl per chiedere l’istituzione del ministero per la promozione del Made in Italy ed è stata cofirmataria di 39 ddl. Non ha mai marcato visita anche il pentastellato Fabrizio Trentacoste, primo firmatario del ddl che chiede l’equiparazione delle vittime di mafia alle vittime del terrorismo. Cofirmatario di 105 ddl, il parlamentare è un archeologo e guida turistica nato a Palermo e residente a Enna. Sono tre i ddl che vedono come primo firmatario il leghista Gianpaolo Vallardi: si va dallo sviluppo di una piattaforma informatica multifunzionale blockchain, applicata alla tracciabilità dei prodotti agroalimentari fino alla valorizzazione delle piccole produzioni agroalimentari di origine locale e a disposizoni per l’etichettatura. É relatore di 4 provvedimenti: il decreto emergenze in agricoltura, le nuove disposizioni sui tartufi e le partecipazioni in società del settore lattiero-caseario. Cofirmatario di 119 ddl. Il leghista Cristiano Zuliani, nato a Legnago e residente a Concamarise (Verona), tecnico installatore di sistemi di sicurezza, è primo firmatario del ddl sull’obbligo di esposizione del numero telefonico nazionale anti violenza e stalking. É cofirmatario di 120 ddl.

Riproduzione riservata ©
Per saperne di più

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...