alimentare

Parmalat, Lactalis alza prezzo dell' Opa a 3 euro. C'è tempo fino al 21 marzo

di Guido Maurino

(Alamy Stock Photo)

2' di lettura

Lactalis ha deciso di alzare il prezzo dell'Opa su Parmalat da 2,8 a 3 euro. Lo comunica il gruppo francese in una nota. Si allunga anche il periodo concesso ai soci per aderire all'offerta. La scadenza, inizialmente prevista per oggi, viene portata al 21 marzo. Intanto in Borsa in avvio il titolo Parmalat è volato allineandosi ai 3 euro offerti.

Nelle scorse settimane, diversi soci di minoranza fra cui Amber, Gabelli e l'associazione di piccoli azionisti, Azione Parmalat, avevano chiesto un rialzo del prezzo. Inoltre le adesioni all'Opa stavano procedendo piuttosto lente e, a ieri, era stato consegnato all'offerta meno dello 0,3% del capitale sociale. Perchè l'operazione vada in porto Lactalis deve raggiungere almeno il 2,15% del capitale che gli consentirebbe di superare il 90% che farebbe scattare il delisting.

Loading...

Il nuovo corrispettivo incorpora un premio del 16,2% circa rispetto al prezzo ufficiale del titolo Parmalat registrato il 23 dicembre 2016 (giorno di borsa aperta antecedente l'annuncio dell'Offerta), pari a 2,582 euro.
Sofil ha trasmesso a Consob la documentazione relativa all'avvenuta costituzione della garanzia di esatto adempimento dell'Offerta (cash confirmation letter) rilasciata da Société Générale fino a copertura del nuovo esborso massimo. La proroga del periodo di adesione all'offerta, per ulteriori
sette giorni di borsa aperta, è stato concordato con Borsa
Italiana.

Parmalat: incognita Bankitalia sull'Opa
Il successo dell'Opa di Lactalis su Parmalat potrebbe essere appesa a Bankitalia. Palazzo Koch, infatti, secondo quanto risulta a Radiocor, è azionista con lo 0,5% del gruppo di Collecchio, vale a dire che possiede circa 10 milioni di azioni. La partecipazione è stata acquisita nell'ambito dell'ordinaria gestione del portafoglio azionario quotato di Bankitalia che tende a replicare i principali indici di mercato al netto dei comparti bancario, assicurativo, dei servizi finanziari e dei media. L'istituto, tuttavia, è stato sempre un azionista silente, non ha mai partecipato alle assemblee. La sua presenza, tuttavia, è segnalata nel libro soci incassando puntualmente i dividendi.
Appare difficile al momento capire come si comporterà in merito all'Opa di Lactalis. Di certo c'è che non ha ancora aderito.

(Il Sole 24 Ore Radiocor Plus)

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti