HALLOWEEN

Passione horror anni 80: in viaggio fra le location dei film-culto

di Chiara Beghelli

(Ryan Green/Universal Pictures via AP)

4' di lettura

Gli appassionati del genere, fra gli odierni quarantenni, lo ricorderanno bene: anni Ottanta-Novanta, tutte i martedì notte d’estate, con divano e gelato in veloce scioglimento, spesso in fiera solitudine perché i “film dell’orrore” non piacevano a nessun altro abitante della casa. Se andava bene qualche amico faceva compagnia mentre il pupazzo di zio Tibia, sincero ammasso di gomma dipinta, illustrava il programma della prossima ora e mezza. Per i quarantenni di oggi “Halloween” allora era solo il titolo di un film, le tremende imprese dello psicopatico Michael Myers, creatura del regista John Carpenter. Era uno dei primi slasher movie, dove un assassino uccideva uno dopo l’altra le sue vittime, fra copiosi versamenti di sangue finto e urla che costringevano a tenere sempre il dito pronto sul telecomando per premere il tasto meno del volume.

Oggi che Halloween è diventato un ecosistema, un business globale da diversi zeri, e che sta per uscire nelle sale l’undicesimo capitolo del film (dove tornerà anche la protagonista del primo episodio, Jamie Lee Curtis), fa quasi tenerezza ripensare a quell’era. Ma in soccorso dei più nostalgici arriva il web: ecco rivelate dunque tutte le location dove sono stati girati i film simbolo di quegli anni, di quell’America degli anni Ottanta dove il presidente Reagan era quasi uno sconosciuto rispetto a registi come John Carpenter, Clive Barker, Wes Craven. Per celebrare un Halloween dal sapore vintage, ecco una guida ai luoghi dove sono stati girati quei film, location che si possono visitare liberamente e in ogni periodo dell’anno, dal momento che si tratta di città, strade, case.

Loading...

La patria dell’horror anni Ottanta è la patria stessa del cinema: la California. Qui, appunto, nasce la saga di Halloween, girata fra Alhambra, Los Angeles, Pasadena, la Sierra Madre e Walnut. Sempre Carpenter nel 1980 sceglie il faro di Pierce Point come luogo da dove si vede giungere La nebbia assassina . E in California è ambientato anche Poltergeist, del 1982, con cui Steven Spielberg partecipò al movimento: l’albero minacciosissimo nel mezzo della strada si trova ad Agoura Hills, e la casa della famiglia perseguitata dagli spiriti è al 4267 di Roxbury Street a Simi Valley.

A Los Angeles inizia la saga di Nightmare, con l’originale firmato Wes Craven, nel 1984, con un esordiente Johnny Depp/Glen a combattere lo spietato killer Freddy Krueger insieme alla protagonista Heather Langenkamp/Nancy: Elm Street (nome della strada che appare nel titolo originale del film), la strada dove si trovano le loro case, è in realtà North Genesee Avenue, dove la dimora di Nancy si trova al numero 1428, quella di Glen al 1419.

A nord, in Oregon, si trova l’hotel simbolo dell’horror anni Ottanta, il più letterario ed autoriale: quel lussuoso e sperduto edificio sui monti dove Jack Nicholson /Jack Torrance dà di matto è il Timberline Lodge, che però servì solo per gli esterni dell’Overlook Hotel di Shining (regia di Stanley Kubrick, 1980).

Sulla East Coast, invece, in New Jersey si trovano i boschi del primo Venerdì 13, che diede origine a un’altra saga di culto, firmato da Sean S. Cunningham: il tenebroso Camp Crystal Lake è in realtà il Camp-No-Be-Bo-Sco, camping in attività che, per mettere un freno all’orda di fan che lungo tutto l’anno vi si recavano per evocare la terrificante maschera da hockey di Jason Voorhees, ha dovuto mettere alte reti di protezione e tappezzare la zona di cartelli “no trespassing”. Crystal Lake Tour organizza tour ispirati al film, affermando che vanno subito “sold out”.

Oltre gli Stati Uniti, anche in Gran Bretagna il minuscolo paesino di Crickadarn, nel Galles, è stato la location per Un lupo mannaro americano a Londra, film tragicomico del 1981 di John Landis, mentre la sinistra villetta di Dollis Hill, nella periferia nord ovest di Londra, era la casa di Hellraiser, terrificannte film di Clive Barker del 1987.

Pensata proprio per questo pubblico dai gusti vintage, e piena espressione del revival anni Ottanta in corso, anche la serie di Netflix Stranger Things, pur avendo appena due anni di età, ha già i suoi numerosi fan che si recano in pellegrinaggio nelle location dove è stata girata: fra quelle più indimenticabili, la cava con laghetto dove Undici dà prova dei suoi poteri è la Bellwood Quarry di Atalanta, mentre il sentiero nel bosco con binario abbandonato dove i ragazzi si avventurano per cercare Will nella prima serie si trova nello Stone Mountain Park in Georgia.

Chi ama fare le cose con calma, infine, troverà perfetta l’organizzazione del tour celebrativo dei 40 anni di La cosa del “solito” Carpenter: il sito di fan Outpost31 ha già reso note le date del viaggio a Stewart, nella canadese British Columbia, location del film. Si parte dal 23 al 26 giugno del 2022.

Bonus track: anche se il genere è totalmente diverso, come non citare i favolosi Goonies, film del 1985 con la regia di Richard Donner (ma il soggetto è di Spielberg)? Alcune scene sono state girate in Oregon, ad Astoria, dove si trova la casa di Mikey (al 368 della 38th Street) e la costa dove, sul finale, il gruppo di amici torna a rivedere la luce dopo le avventure sotterranee a caccia del tesoro di Willy l’Orbo (che ricordi!).

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti