EFFETTO CORONAVIRUS SUL CARRELLO

Patate prodotto più venduto tra gli orticoli. Con il boom bonus ai dipendenti

L’ad della Romagnoli F.lli ha chiesto i doppi turni ai 60 lavoratori per garantire la presenza del prodotto sugli scaffali dell’ortofrutta nella Gdo offrendo loro anche un premio

di Luisanna Benfatto

default onloading pic
Patate prodotto più venduto ai tempi del Coronavirus

L’ad della Romagnoli F.lli ha chiesto i doppi turni ai 60 lavoratori per garantire la presenza del prodotto sugli scaffali dell’ortofrutta nella Gdo offrendo loro anche un premio


2' di lettura

Il carrello degli italiani è cambiato molto con l’emergenza da Covid-19. Si prediligono prodotti a lunga conservazione e in scatola e le vendite riso, pasta e conserva di pomodori sono aumentate più del 50% come pure la farina (+82%). Nel reparto ortofrutta le più acquistate sono però le patate, introvabili in molti negozi.

Secondo i dati Iri Infoscan Census relativi al periodo 17 febbraio-8 marzo, la vendita di patate ha registrato un incremento del +25,4%, mentre nell'ultima settimana il dato è salito al +28,3%. A fare la differenza sono la lunga shelf-life, il costo contenuto, l’ obbligo di cottura e i diversi usi in cucina: purè, gnocchi, fritte, al forno.


Romagnoli F.lli Spa, tra le principali realtà italiane attive nel settore con 56 mila tonnellate annuali di patate commercializzate, tra patate da seme, da consumo, da agricoltura biologica e trasformate di IV e V gamma (lavate, cotte e confezionate per la multinazionale McCain) ha registrato un incremento di oltre il 30% delle richieste da parte dei clienti italiani ed esteri. L’azienda il cui fatturato ammonta a 45 mln di euro (al 31 dicembre 2019), distribuisce il prodotto alle principali insegne della Gdo del nostro Paese per l’87% e per il 13% alla grande distribuzione del Nord-Europa .

Grazie a questo boom inaspettato l'ad Giulio Romagnoli ha dovuto riorganizzare in pochi giorni il lavoro dei propri dipendenti. Ai 60 lavoratori, ai quali è stata garantita l’operatività in sicurezza , è stato quindi chiesto di fare i doppi turni. Però con un premio di produzione come riconoscimento per l'impegno e la dedizione mostrata, in questi momenti complicati.


Le rassicurazioni per la fornitura anche in futuro
Nonostante questo picco di richieste l’ad conferma che il prodotto sarà disponibile anche nelle prossime settimane “grazie anche l'avvio della raccolta delle novelle di Siracusa, che permetterà di garantire continuità di fornitura di prodotto made in Italy. “L'aumento dei consumi di patate sul mercato italiano, ha anticipato un trend che si sta via via riscontrando in altri Paesi europei - sottolinea Romagnoli. Cambiamenti legati agli effetti connessi al Coronavirus avranno impatti considerevoli sull'intera filiera pataticola. Una sfida epocale che siamo pronti ad affrontare con impegno e responsabilità”.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...