8 isole greche per l’estate

6/9Viaggi

Patmos, l’isola delle tradizioni

(© Philippe Michel)

Non c'è aeroporto, perché i monaci ortodossi non lo vogliono. Ma questo ha preservato la bellezza dell'isola del Dodecaneso. Il turismo è concentrato intorno al porto, con i soliti negozietti e ristorantini. Appena oltre, inizia la campagna coltivata con le case dei contadini che si alternano a zone brulle. Poi c'è la Cora e poco più in là il Convento di San Giovanni, dove ancora si tengono cerimonie religiose alle quali gli abitanti partecipano sentitamente. Da non perdere Griko, borgo marino non piccolo ma cresciuto con garbo, con una lunga spiaggia molto “nature”: qualche chioschetto, pochi ombrelloni, e alberi di tamerice. La sera è piacevole sedersi in uno dei tanti ristorantini vista mare e guardare il tramonto mangiando polpettine, insalata greca e gli altri semplici piatti della cucina. Dormire: Petra Hotel (http://www.petrahotel-patmos.com/index); Aktis Suites (https://www.patmosaktis.gr/it/). In affitto: https://www.eirinivillas.gr/en/ Arrivare: volo per Atene; per Samos (diretto da Venezia, con Volotea,com) o per Kos (easyjet.com); quindi traghetto (www.12ne.gr/).

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti